AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

MAMME DI MARCIANISE MOBILITATE

Posted by ambienti su giugno 14, 2007

14 GIUGNO 2007 ORE 20 PIAZZA UMBERTO I MARCIANISE
CONTRO L’INIZIO DELLO SVERSAMENTO DEI RIFIUTI REGIONALI AL SITO ECOBAT
Il Comitato Mamme di Marcianise è in allarme. Alle mamme è giunta notizia che rifiuti da tutto il napoletano comincerano da stasera ad affluire al sito dell’Ecobat. Ciò avverrebbe in attesa dell’apertura della discarica di Acerra. Le preoccupazioni sono sempre le stesse: che in siti non idonei e non adeguatamente attrezzati si scarichi ciò che non si dovrebbe scaricare.
Da notare che anche il territorio di Marcianise è tra quelli indicati in recenti studi epidemiologici tra quelli a più alto rischio per le malattie da inquinamento.

5 Risposte a “MAMME DI MARCIANISE MOBILITATE”

  1. Kreo said

    Scusate

    vorrei dire ai signori del blog che queste notizie fomentano atteggiamento non coerenti e soprattutto è una divulgazione di false realtà.

    E’ IL CASO CHE SI PRECISI CHE IL SITO DI ACERRA NON SARA’ UNA DISCARICA, MA UN IMPIANTO DI TERMOVALORIZZAZIONE.

    Scusate ma questo è terrorismo ambientale.

    P.S. “ambienti” sono stato corretto per delle iniziative coerenti, credo che questa newe sia istigazione e fomentazione della collettività, penso che non c’è bisogno di questo.

    Saluti

  2. ambienti said

    Leggi bene. Sono due cose diverse. L’inceneritore, o termovalorizzatore arriverà, il sito Ecobat, cioè la discarica, c’è già. Dovrebbe stare chiuso e adessso c’è minaccia che comincino a discaricarci dentro da tutta la Campania. Questo perchè per 13 anni la Regione, cioè Bassolino e gli altri commissari, non hanno saputo risolvere l’emergenza rifiuti. Chi ci ha guadagnato è solo la società Fibe.
    Ora Bertolaso sta con l’acqua, o con la monnezza, alla gola e cerca qualunque buco per farci arrivare i camion che non sa dove mandare. Anche se ci sono case vicinissime, di gente che non potrà campare più. Per giunta gli impianti per CDR funzionao male e non stabilizzano un bel niente, non fanno la FOS, ma sputano rifiuti soltanto tritovagliati, putrescenti.
    Queste cose non le diciamo solo noi, ma ormai stanno su tutti i giornali. Come tecnico avrai modo di verificare.
    Stai attento che non ci siano buchi accanto a casa tua, perché se ci sono Bertolaso prima o poi arriverà anche lì.

  3. Kreo said

    Grande “ambienti”
    contenuti efficaci e chiari.
    Bertolaso che scarica dove vuole, questa è grande come notizia.
    Che dire di più!!!
    Viva le manifestazioni; viva i comitati; viva la sensibilità ambientale; viva chi non produce rifiuti.
    …. buon diveretimento

  4. The Boss said

    Mi viene spontanea una considerazione. Scusate ma il Protocollo d’Intesa dell’11 novembre non aveva sancito, a detta dei nostri amministratori, la provincializzazione del ciclo dei rifiuti? E la discarica LO UTTARO non era la soluzione ai problemi della Provincia di Caserta? E, secondo il sindaco Petteruti e il Presidente De Franciscis la provincia di Caserta non era pulita per merito di LO UTTARO? Forse avevano dimenticato le ECOBALLE. Quale posto migliore per stoccare le ecoballe, si saranno detti, che Marcianise, a poca distanza dal costruendo inceneritore di Acerra. Ma ad Acerra non dovevano finire solo le Ecoballe della provincia di Napoli? E allora perchè portarle a Marcianise se è in vigore la tanto sbandierata provincializzazione? La verità è che questi signori navigano a vista sulla pelle dei cittadini. E hai voglia a chiedergli gli impianti di compostaggio (l’assessore Mola del Comune di Napoli ha detto che quello della città non sarà pronto prima della fine del 2008). Le discariche o i siti di stoccaggio si fanno con l’intervento dell’esercito in luoghi non idonei, spesso sottoposti a sequestro della magistratura, in pochi mesi e per i siti di compostaggio ci vogliono anni. Tutto in attesa dell’obsoleto inceneritore di Acerra che brucerà ecoballe non a norma additivate con i copertoni delle ruote dei camion. Se non è un disastro questo…

  5. Kreo said

    Visto l’argomento, mi sembra interessante l’intervista apparsa sul sito svipop.org
    Copio la parte che annuncia il tema e metto il link per chi vuole leggerla tutta. LINK →
    “Ecco a chi serve l’emergenza rifiuti” di Maurizio Carucci
    “L’emergenza rifiuti è stata volutamente trasformata in crisi cronica da un potere politico che in questo modo ha gestito le clientele e ha anche permesso grandi affari alla criminalità. Il tutto a spese dei contribuenti”. E’ la dura denuncia di Paolo Russo, 46 snni, di professione oculista all’ospedale Monaldi di Napoli ma che dal 1996 è anche deputato, eletto nelle file di Forza Italia. Nel 2002 Russo è stato nominato presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti e sulle attività illecite ad esso connesse, e attualmente è vicepresidente della commissione Agricoltura della Camera dei deputati nonché capogruppo di Forza Italia nella commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti.
    Perché la Campania soffre ancora l´emergenza rifiuti?
    Perché nonostante la dichiarazione dello stato di emergenza e l’istituzione di un commissariato straordinario di governo che da 13 anni gestisce il ciclo dei rifiuti in deroga alla normativa vigente ed ai poteri attribuiti agli enti locali, non è stato ancora predisposto un progetto complessivo in grado di governare le varie fasi del percorso che vanno dalla raccolta allo smaltimento. Dopo l’approvazione di un rigido e lacunoso piano regionale, tra l’altro mai portato a termine, le discariche diventano nuovamente l’unica strada per uscire da un’emergenza ormai cronica. Che continuerà all’infinito se non si metterà mano, e seriamente, alla realizzazione degli impianti, da quelli intermedi a quelli finali, ed alla pratica, non ideologica ma concreta e soprattutto tarata sulle effettive esigenze del mercato, della raccolta differenziata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: