AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for 15 giugno 2007

LE 5 PROPOSTE DEL COMITATO EMERGENZA RIFIUTI

Posted by ambienti su giugno 15, 2007

AL CONSIGLIO COMUNALE DI CASERTA

Ieri sindaco e giunta non hanno voluto saperne  ,
ma di che si tratta 
è bene che lo sappiano i cittadini.

La questione dei rifiuti, che viene fatta rientrare in una infinita “emergenza”, deve significare assunzione di responsabilità dei decisori politici verso le popolazioni, verso l’ambiente e verso il vivere futuro.
Non si può sull’onda dell’emergenza costruire discariche in siti abusivi o in aree protette e proporre gli inceneritori, o termovalorizzatori, o gassificatori, come la soluzione delle soluzioni, svincolandoli da un’accorta e trasparente programmazione. È necessaria una corretta pianificazione del ciclo integrale di produzione, raccolta e recupero – valorizzazione – smaltimento finale della frazione residuale. Dobbiamo operare nel presente pensando alle future generazioni.
Le azioni intraprese dal commissario di governo sono insufficienti e forse strumentali per risolvere problemi di altra natura. Si pensi alla FIBE e alle banche che avanzano crediti enormi da quella società del gruppo Impregilo.
La scelta di fare le discariche in siti opzionati “dai vecchi privati”, anziche’ utilizzare gli oltre 60 siti di trasferenza e contestualmente realizzare gli impianti di compostaggio (20 previsti in tutta la campania, sin dal 1994 e nessuno costruito), dimostra come l’emergenza non è tale, ma solo una strategia ordinaria di un’azienda privata che deve risolvere i propri problemi a discapito del territorio campano e dell’onorabilità dei suoi cittadini oggi additati come lazzaroni.
La scelta in particolare de lo Uttaro rimane illecita e i rifiuti in mezzo alle strade da Caserta ad Aversa, a Marcianise a Maddaloni ecc., dimostrano che la soluzione sta da un’altra parte e tocca direttamente la responsabilità degli amministratori locali, e la Provincia, che sembrano invece assopiti o inermi su tali questioni.
Il Comitato Emergenza Rifiuti ha già elaborato una proposta complessiva di intervento a livello provinciale ed è pronto a confrontarsi con la proposta della Provincia che si aspetta ormai da oltre sette mesi.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Report | 2 Comments »

LA MARGHERITA INSULTA CITTADINI E CARABINIERI

Posted by ambienti su giugno 15, 2007

IERI SERA NEL CONSIGLIO COMUNALE DI CASERTA
DOVE SI DISCUTEVA DELLA DISCARICA LO UTTARO

Il consiglio approva con voto bipartisan solo un documento minimo che dovrebbe impegnare sindaco e giunta a garantire la trasparenza sulla discarica, ad assicurare i tempi per lo smaltimento degli annessi e per i ritorni economici promessi al Comune, a istituire un tavolo tecnico comunale sul Piano provinciale dei rifiuti. Ignorate le proposte del Comitato Emergenza Rifiuti.

I cittadini che protestano contro la Grande Puzza e gli altri tossici effetti della discarica sono irresponsabili. I politici che li ascoltano e condividono le loro preoccupazioni sono demagoghi. E – sorpresa! – sono da biasimare anche i carabinieri del NOE che l’altro giorno hanno commesso l’”errore” di mettere sotto sequestro parte del deposito di automezzi della SACE, sulla via Appia, che era stato trasformato in sito abusivo e incontrollato per lo stoccaggio di rifiuti, con immediati rischi sanitari per la popolazione. Questo ha esternato ieri dai banchi della maggioranza il capogruppo della Margherita Alessandro Barbieri nel corso delle discussioni in consiglio comunale sul “Protocollo d’intesa” con il quale il sindaco Nicodemo Petteruti ha permesso che venisse riaperta la discarica lo Uttaro.
Le parole di Barbieri hanno confermato che chi si trincera in difesa della sciagurata scelta ha perso davvero il senso della responsabilità politica e istituzionale. Per non parlare del senso del ridicolo. Chi pensava di dover convincere Barbieri? I suoi compagni di maggioranza? Tra i quali c’è chi non ha voluto capire niente del problema e chi più o meno ha capito e in privato sottilizza, quasi a scusarsi, sulle “ragioni politiche” per cui si allinea? O era una provocazione per i cittadini più vicini a lo Uttaro, e perciò più vittime degli altri, che affollavano la zona riservata al pubblico dell’aula?
Non è che dal consiglio comunale quei cittadini si aspettassero prese di posizione risolutive. Troppo l’amministrazione di centrosinistra casertana si è inoltrata per lo Uttaro in un autoillusionismo olfattivo e in un accecamento politico che non le fanno comprendere come la grave questione abbia rimescolato e stia rimescolando la base del consenso elettorale a suo tempo ottenuto, provocando un serio problema di legittimità.
Si sperava, però, che fosse almeno l’occasione per far cominciare a valutare ai responsabili dell’amministrazione la fondatezza delle ragioni per cui i cittadini protestano contro la discarica. Ragioni che riguardano la vita quotidiana, la salute, la legalità. E le preoccupazione per il futuro di un territorio condannato a divenire un megaimmondezzaio al servizio del delirio operativo, e dei lucidissimi interessi economici, di chi in 13 anni di “emergenza” non ha risolto un problema che altrove, in altre regioni, è una faccenda normale e viene gestita senza pericolosi soprusi contro la popolazione.
Leggi il seguito di questo post »

Posted in Ma che dice!?, Report | Leave a Comment »