AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

LE 5 PROPOSTE DEL COMITATO EMERGENZA RIFIUTI

Posted by ambienti su giugno 15, 2007

AL CONSIGLIO COMUNALE DI CASERTA

Ieri sindaco e giunta non hanno voluto saperne  ,
ma di che si tratta 
è bene che lo sappiano i cittadini.

La questione dei rifiuti, che viene fatta rientrare in una infinita “emergenza”, deve significare assunzione di responsabilità dei decisori politici verso le popolazioni, verso l’ambiente e verso il vivere futuro.
Non si può sull’onda dell’emergenza costruire discariche in siti abusivi o in aree protette e proporre gli inceneritori, o termovalorizzatori, o gassificatori, come la soluzione delle soluzioni, svincolandoli da un’accorta e trasparente programmazione. È necessaria una corretta pianificazione del ciclo integrale di produzione, raccolta e recupero – valorizzazione – smaltimento finale della frazione residuale. Dobbiamo operare nel presente pensando alle future generazioni.
Le azioni intraprese dal commissario di governo sono insufficienti e forse strumentali per risolvere problemi di altra natura. Si pensi alla FIBE e alle banche che avanzano crediti enormi da quella società del gruppo Impregilo.
La scelta di fare le discariche in siti opzionati “dai vecchi privati”, anziche’ utilizzare gli oltre 60 siti di trasferenza e contestualmente realizzare gli impianti di compostaggio (20 previsti in tutta la campania, sin dal 1994 e nessuno costruito), dimostra come l’emergenza non è tale, ma solo una strategia ordinaria di un’azienda privata che deve risolvere i propri problemi a discapito del territorio campano e dell’onorabilità dei suoi cittadini oggi additati come lazzaroni.
La scelta in particolare de lo Uttaro rimane illecita e i rifiuti in mezzo alle strade da Caserta ad Aversa, a Marcianise a Maddaloni ecc., dimostrano che la soluzione sta da un’altra parte e tocca direttamente la responsabilità degli amministratori locali, e la Provincia, che sembrano invece assopiti o inermi su tali questioni.
Il Comitato Emergenza Rifiuti ha già elaborato una proposta complessiva di intervento a livello provinciale ed è pronto a confrontarsi con la proposta della Provincia che si aspetta ormai da oltre sette mesi.


Al consiglio comunale di Caserta il comitato, con lo spirito di collaborare con le istituzioni, propone l’approvazione di un ordine del giorno affinché la giunta ponga in essere nell’immediato le seguenti azioni minime:

  1. Chiusura della discarica illegale e abusiva de lo Uttaro, messa in sicurezza e bonifica dell’intera zona così come stabilito anche dal Piano regionale di bonifica dei siti inquinati. Subito dopo eliminazione e bonifica del sito di trasferenza e del sito di stoccaggio entro i tempi prestabiliti dal “singolare” protocollo d’intesa sottoscritto l’11 novembre 2006;
  2. In subordine:
    • Chiusura della discarica illegale ed abusiva di lo Uttaro in attesa che l’ENEA, l’Istituto Superiore della Sanità e il Servizio Geologico Nazionale verifichino quanto già osservato dal comitato dei garanti nominato dal commissario di governo;
    • Passaggio della gestione e messa in sicurezza – azioni post chiusura al genio militare con l’assistenza dell’ENEA, I.S.S. e Servizio Geologico Nazionale, attesa l’incapacità del consorzio ACSA CE 3 a gestire un simile impianto;
  3. Farsi promotore di un incontro presso l’ACSA per porre in essere l’installazione degli impianti di compostaggio, già disponibili presso il commissariato di governo, da realizzarsi a Maddaloni e a San Felice a Cancello, comuni in cui gli amministratori hanno già dichiarato la disponibilità. Ipotesi per l’acquisto e l’installazione di piccoli impianti di compostaggio da installare nelle frazioni. Sottoscrizione di protocollo d’intesa con le organizzazioni professionali agricole sul controllo della filiera di produzione del compost;
  4. Attivazione nella predisposizione del bilancio di assestamento di tutte le poste in entrata e spesa, per le azioni propedeutiche del passaggio dalla Tarsu alla tariffa e per l’acquisto di piccoli impianti di compostaggio di quartiere/frazioni;
  5. Sollecitare l’amministrazione provinciale a presentare la proposta di piano provinciale del ciclo dei rifiuti affinché si avvii rapidamente la fase di un confronto pubblico per una scelta condivisa, evitando ulteriori azioni illeggittime e illegali, giustificate da un’”emergenza” che dura dal 1994.

Caserta, 14 giugno 2007

Comitato emergenza rifiuti

2 Risposte a “LE 5 PROPOSTE DEL COMITATO EMERGENZA RIFIUTI”

  1. aurora984 said

    Tutto giustissimo,ma credo che per realizzare veramente una seria raccolta differenziata ci vorrebbe l’esercito a presidio di ogni cassonetto per controllare che ogni cittadino la esegua correttamente!Daccordo anche su questo se necessario….però per cominciare ci vorrebbe una rivoluzione!!!L’idea è irrealizzabile e utopistica purtroppo,bisognerebbe farsi ascoltare dalle istituzioni centrali che fanno ancora finta di non capire che non è un problema nostro,di napoli,tutte le industrie italiane sono responsabili!Bisognerebbe fare in modo che si inviino controlli a tappeti in tutta Italia per lo smaltimento rifiuti,se potessi farei in modo che il prossimo sito di stoccaggio sia propria Roma fuori i “Palazzi”,nel 1789 i francesi organizzarono la presa della bastiglia e noi nel 2007 non possiamo organizzare una cosa del genere?!Bisognerebbe coinvolgere tutti napoletani e non….

  2. The Boss said

    E prchè invece dell’esercito a presidio del cassonetto non i lavoratori dei conosorzi (circa 2500 solo in Campania) a fare la raccolta porta a porta?
    L’esercito lo manderei a controllare i camion pieni di rifiuti speciali che vengono dalle altre regioni a sversare illecitamente in Campania. E soprattutto mi chiedo perchè l’assessore regionale all’ambiente non ha prorogato l’ordinanza di divieto di ingresso dei rifiuti speciali nel territorio della Campania?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: