AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for 30 luglio 2007

CITTADINI IN DEROGA

Posted by ambienti su luglio 30, 2007

Per un paio di notti la Grande Puzza ha risparmiato qualcuno. A Caserta non è arrivata. Avrà funzionato anche per questo la bacchetta magica del neocommissario Alessandro Pansa che ha fatto sparire la spazzatura dalle strade di Napoli e dalle pagine dei giornali? Perché non ce l’hanno mandato prima questo mago dei rifiuti? Certo, se si guarda meglio, qualche trucchetto e qualche ingannuccio si scoprono. Non solo il commissario ha dichiarato, appena insediato, che “Lo Uttaro funziona”, riferendosi a una discarica illegale e avvelenata, a pochi passi da migliaia di case di cittadini ridotti alla disperazione dalla Grande Puzza e da una fondata paura di malattie. Non solo ha ignorato la documentazione che gli ha inviato su Lo Uttaro il Comitato Emergenza Rifiuti di Caserta ^. Quando gli hanno detto che per continuare a sversare nell’impianto era necessario il collaudo dei lavori del “quarto anello”, ha deciso che per il momento si poteva continuare “in deroga” alla legge. E dopo un sabato e una domenica più respirabili (c’entra la pausa festiva del traffico di monnezza) all’alba di oggi, lunedì, la puzza ha già ripreso ad allargarsi dappertutto. Un po’ diversa da quella dei giorni passati: tra grasso rancido e merda.
Intanto nel casertano ci sono strade piene di spazzatura. Ma di cosa la riempiranno mai così velocemente questa discarica che sarà satura – ci hanno detto – a ottobre, in anticipo sulle previsioni? E dove finirà mai la spazzatura di Napoli, visto che altre discariche aperte in Campania non ce ne sono? E che fine hanno fatto gli accordi per un uso solo provinciale de Lo Uttaro? E dopo ottobre che succederà? Dove succederà?
La minaccia che il Comitato Emergenza Rifiuti denuncia da mesi si sta materializzando in modo più grave del previsto. Come tutti hanno capito nelle notti fetide e irrespirabili della settimana scorsa. Una resa dei conti di 14 anni di inettitudine e malaffari di politici e imprenditori è arrivata qui a Caserta trasformata in megaimmondezzaio. Non importa a nessuno se soffochiamo nella puzza e se per anni molti di noi rischieranno di ammalarsi gravemente a causa de Lo Uttaro ^ . Basta che non si sappia troppo in giro. Sui giornali nazionali e in tv neanche una parola.
Si è capito che al commissario Pansa piacciono le deroghe. D’altra parte gliele consente il recente decreto legge sui rifiuti in Campania, che molti giudicano pericoloso per la la democrazia. Si è capito che nei comuni intorno a Lo Uttaro – a Caserta, San Nicola La Strada, Maddaloni, San Marco Evangelista – siamo cittadini in deroga: in deroga dal nostro diritto a respirare aria non avvelenata, in deroga dal nostro diritto a vivere decentemente nelle nostre case, in deroga dal nostro diritto alla salute. Grazie anche a nostri ammministratori locali – il presidente della Provincia Sandro De Franciscis e il sindaco di Caserta Nicodemo Petteruti – che hanno reso possibile questo e continuano a sottrarsi alle loro responsabilità, anche ora che nessuno può più sostenere che Lo Uttaro è “a basso impatto ambientale” e che la catastrofe è evidente. [Sul tema vedi anche ALTRI MALI DI PANSA^ e CASERTANI A PERDERE 1 ^]

Stasera, come tutti i lunedì d’estate tra luglio e agosto (tranne il 13), il Comitato Emergenza Rifiuti tiene un incontro a San Nicola La Strada, alle 19.45, nella villa alla rotonda, di fronte alla chiesa di Santa Maria della Pietà, la parocchia di don Oreste Farina. Per discutere della situazione, per decidere altre iniziative pubbliche. Sono invitati tutti quelli che non accettano più di essere “cittadini in deroga” a causa de Lo Uttaro

Posted in Report | 6 Comments »