AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

AVVIO DI PERIZIA

Posted by ambienti su settembre 16, 2007

dal Comitato Emergenza Rifiuti

lawgreen.gifSaranno avviate la mattina di lunedi 17 settembre le operazioni di perizia sulla discarica a lo Uttaro, Caserta, in relazione all’azione in corso presso il Tribunale di Napoli per la chiusura dell’impianto. Il CTU Salvatore De Rosa (Consulente Tecnico di Ufficio) dovrà rispondere alle articolate domande poste dal Tribunale sullo stato sito, sulla sua conformità alle leggi e sulla sua pericolosità per la popolazione. La perizia si è resa necessaria in seguito al ricorso contro la chiusura della discarica presentato dal commissario di governo Alessandro Pansa^. Senza questo ricorso la discarica sarebbe già chiusa, poiché il Tribunale di Napoli aveva in principio accolto l’istanza ex art. 700 c.p.c., proposto dall’avvocato Luigi Adinolfi per conto di un gruppo di cittadini del villaggio Saint Gobain, e aveva disposto la cessazione delle attività di smaltimento^.
Il Commissariato di governo e l’ACSA CE3, chiamati in causa dai residenti del villaggio Sant Gobain, rispettivamente per l’allestimento dell’impianto e per la gestione della discarica, hanno nominato un proprio consulente di parte che assieme a quello d’ufficio e al professore Maurizio Avallone, CTP (Consulente Tecnico di Parte) dei ricorrenti del Villaggio Saint Gobain, faranno il primo accesso in discarica domani alle 11.00.
L’avvocato Luigi Adinolfi aveva inoltrato richiesta al commissariato di governo al consorzio ACSA e al CTU per autorizzare la presenza dell’ingegnere Bruno Orrico, in qualità di esperto, al primo ingresso in discarica. Alla presenza di Orrico si è opposto il consorzio ACSA CE3, che offre un servizio pubblico ma, come al solito, senza la trasparenza a cui sono tenuti gli enti pubblici.
Si ritornerà in udienza il 18 Ottobre. I giudici dovranno decidere sulla chiusura della discarica a lo Uttaro, che è peraltro già all’attenzione della magistratura penale.

2 Risposte a “AVVIO DI PERIZIA”

  1. Luigino said

    dall mattino di ieri a pagina 38 “”Di qui la decisione del commissariato di dirottare i rifiuti di Caserta nel sito di trasferenza di Santa Maria La Fossa in attesa che venga riaperto l’impianto de Lo Uttaro”.
    Ma perche’, …………………………….sta chiuso?

  2. ambienti said

    L’articolo non si riferisce alla discarica ma al sito di trasferenza a Lo Uttaro che è attualmente fermo perché sotto sequestro per disposizione della magistratura. Per questo sito, come per il “Panettone”, era prevista dal Protocollo la bonifica, senza ripresa di attività, entro il 23 giugno scorso. A metà luglio il presidente della Provicia De Franciscis ha annunciato che contava di avviare la bonifica entro il mese in corso, cioè entro luglio. Finora non è stata effettuata alcuna bonifica e l’articolo del Mattino sembra confermare che al momento non esistono né piani né intenzioni per liberare dai rifiuti la zona Lo Uttaro e dai derivanti disagi e danni i comuni circostanti. Ciò in aperto contrasto persino con gli accordi dell’infausto Protocollo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: