AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for 26 settembre 2007

UNA SPIRALE DI FETENZIA

Posted by ambienti su settembre 26, 2007

Ieri al consiglio comunale di Caserta si è affrontato di nuovo l’argomento discarica a Lo Uttaro. L’occasione è stata un ordine del giorno dell’opposizione, proposto da Pio Del Gaudio di AN, che chiedeva un’immediata chiusura della discarica. Sotto accusa il sindaco Nicodemo Petteruti, firmatario a novembre scorso, con il presidente della Provincia Sandro De Franciscis e con l’allora commissario governativo Guido Bertolaso, del Protocollo d’intesa che ha trasformato Caserta in un puzzolente immondezzaio. Petteruti ha parlato con la mano sul cuore e ha affermato tra l’altro: “Se dovessi ricominciare daccapo rifarei le stesse cose” e “La discarica è buona. Io continuo su questa linea e pretendo che tutti i punti del Protocollo siano rispettati”. Ha ripetuto le solite chiacchiere su Caserta che senza la discarica sarebbe stata invasa dai rifiuti ecc …
Ma Caserta non è stata invasa dai rifiuti nonostante Lo Uttaro? E non abbiamo già punti essenziali del Protocollo non rispettati? E per quando la discarica sarà esaurita – entro novembre, sembra – dove sono le altre soluzioni? In pratica siamo al punto di partenza. O abbiamo fatto parecchi passi indietro.
Checché ne dica Petteruti, il fatto che il periodo di “sacrificio” per Lo Uttaro non sia servito – al contrario di quanto promesso – a elaborare e ad avviare un piano razionale per lo smaltimento dei rifiuti è l’ulteriore dimostrazione che si è trattato di un nauseante pasticcio escogitato al fine di provare a coprire la totale incapacità dei responsabili ad ogni livello della gestione dei rifiuti, o forse con obiettivi peggiori. Quali altri disastri dobbiamo aspettarci? Per porre fine a questa spirale di fetenzia è necessario che i cittadini facciano sentire forte la loro voce, la loro protesta.
In consiglio comunale si è capito che è inutile continuare ad aspettarsi che dica qualcosa di costruttivo il nostro sindaco. Sotto la spinta delle manifestazioni dei cittadini e delle contestazioni dell’opposizione è uscito dal letargo solo per fare una gita in comitiva, a Napoli da Pansa, che si sta rivelando poco gloriosa. Eppure sproloquia ancora: “C’è chi non ha gli attributi. Io ce li ho gli attributi. Io gli attributi li metto sul tavolo”. Un modo di esprimersi intelligente e fine, da autorevole e lungimirante rappresentante di un civile consesso democratico, di fronte al quale viene naturale pensare che parte della puzza arrivi da lì.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Posted in Arraffapopoli, Report | 7 Comments »