AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

ECOANNUNCI ED ECOBALLE IN PROVINCIA

Posted by ambienti su ottobre 31, 2007

La giunta provinciale di Caserta ha dato mandato all’assessore all’Ambiente, Maria Carmela Caiola, dei verdi, di avviare la discussione sulle osservazioni da presentare al Piano rifiuti regionale, coinvolgendo le Commissioni consiliari per l’Ambiente e per l’Agricoltura e le Attività produttive. L’assessore Caiola ha fatto sapere (comunicato della Provincia) che: “Il dibattito si svilupperà sulla base di una serie di priorità e di indicazioni condivise con il presidente De Franciscis e la giunta. Si parte dalla necessità di favorire la realizzazione di impianti di supporto alla differenziata, primi fra tutti quelli di compostaggio, e poi l’insediamento di impianti di piccole dimensioni diffusi sul territorio, a basso impatto e condivisi dalle popolazioni locali”. Previsto per oggi alle 13 il primo incontro con la Commissione Ambiente, mentre lunedì prossimo è in programma la seduta congiunta delle due commissioni coinvolte.
Notare il riferimento alla “condivisione” con le popolazioni locali. Sul metodo per praticarla ancora non sono state fornite indicazioni. Per essere reale non dovrebbe passare solo attraverso un confronto con le forze politiche che si sono mostrate indifferenti, quando non ostili, alle proteste della popolazione contro il disastro Lo Uttaro. E ogni confronto dovrebbe avvenire con il massimo di trasparenza.
L’11 novembre farà un anno dalla firma del famigerato Protocollo d’intesa con cui l’allora commissario Guido Bertolaso, il presidente della Provincia Sandro De Franciscis e il sindaco di Caserta Nicodemo Petteruti si accordarono per la riapertura della discarica. Anche allora furono promessi confronti con la popolazione e ci fu poi un incontro-farsa, al teatro Comunale di Caserta, in cui Bertolaso apparve piuttosto sordo, disse qualche bugia, fece promesse che poi non sono state mantenute, non rispose alle domande del Comitato Emergenza Rifiuti che già contenevano allarmate e realistiche previsioni su ciò che sarebbe avvenuto con la riapertura di una discarica che per legge doveva solo essere bonificata.
Il presidente De Franciscis ora cerca di defilarsi, almeno pubblicamente, dall’affare rifiuti. Cerca di far dimenticare di essere stato il principale responsabile del disastro a Lo Uttaro. Perché può essere vero che il sito fu scelto da Bertolaso, però in una rosa di luoghi indicati come idonei dall’amministrazione provinciale. De Franciscis, comunque, è ancora subcommissario ai rifiuti con competenze provinciali e ieri è stato a Napoli in riunione con il commissario Pansa che ha chiesto a tutte le province di indicare siti di stoccaggio provvisorio che permettano di arrivare in pochi giorni a interrompere il flusso di finte ecoballe a Giugliano–Taverna del Re. In questo caso non è stata annunciata alcuna “condivisione” delle scelte con la popolazione.
Nel seguito l’intero comunicato della Provincia sulla discussione del Piano rifiuti

Rifiuti, al via la discussione sul piano regionale
La Giunta coinvolge le Commissioni consiliari
La Giunta provinciale, nel corso della riunione di stamane, ha dato mandato all’assessore all’Ambiente, Maria Carmela Caiola, di avviare la discussione sulle osservazioni da presentare al Piano rifiuti regionale, coinvolgendo le Commissioni consiliari per l’Ambiente (presieduta da Roberto Massi) e per l’Agricoltura e Attività produttive (guidata da Amilcare Nozzolillo).
“Il dibattito – spiega l’assessore Caiola – si svilupperà sulla base di una serie di priorità e di indicazioni condivise con il presidente De Franciscis e la Giunta. Si parte dalla necessità di favorire la realizzazione di impianti di supporto alla differenziata, primi fra tutti quelli di compostaggio, e poi l’insediamento di impianti di piccole dimensioni diffusi sul territorio, a basso impatto e condivisi dalle popolazioni locali”. Domani alle ore 13 si terrà il primo incontro con la Commisione Ambiente, mentre lunedì prossimo è in programma la seduta congiunta delle due Commissioni coinvolte.
Le indicazioni della Provincia in materia sono contenute in una lettera firmata dall’assessore Caiola e indirizzata ai presidenti delle due Commissioni. Tra i punti principali va sottolineata la volontà dell’Amministrazione provinciale “di garantire controlli, anche attraverso le nuove tecnologie, del territorio, in particolare delle aree soggette a bonifiche ambientali; di favorire la raccolta differenziata, con il sistema porta a porta e attraverso una impostazione premiale e incentivante dei contributi da parte della Regione alle Amministrazioni comunali che raggiungono gli obiettivi di raccolta differenziata”. Sull’impiantistica la missiva rimarca la necessità “di conferire il residuo indifferenziato secco in impianti di piccole dimensioni, diffusi sul territorio, con impatti ambientali sopportabili e l’assenso della popolazione, così come individuati dal Rapporto conclusivo della Commissione per le migliori tecnologie di gestione e smaltimento dei rifiuti del 20 aprile 2007; di favorire la realizzazione di isole ecologiche; di predisporre un piano di recupero e risanamento delle discariche e dei siti di stoccaggio abusivi, sollecitando il Commissariato ad hoc ad accelerare le procedure e gli interventi a partire dall’area de Lo Uttaro, particolarmente penalizzata”. Tra le principali indicazioni vi è infine “il passaggio da tassa a tariffa, che consentirebbe di premiare i cittadini virtuosi, condizione essenziale per far decollare la raccolta differenziata, e l’introduzione di un principio di premialità per i Comuni che raggiungono gli obiettivi di raccolta differenziata, senza che vengano penalizzati due volte, per non rischiare di pagare, in termini economici, la non virtuosità di altri”.
30/10/2007

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: