AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

CHIAMALO PARADOSSO

Posted by ambienti su novembre 4, 2007

Arriva un commento di Luigino che mettiamo nella colonna principale perchè esprime dubbi che sono anche nostri e che immaginiamo condivisi dai lettori del blog.

Il commissario Pansa ieri, sabato 3, dice di un “paradosso Caserta”: rifiuti per strada, ditta che conferisce rifiuti meno di quelli consentiti. La Sace (la società che effettua la raccolta) si difende: colpa del Cdr di S.Maria che gestisce il Commissariato. Il tutto in un articolo sul Mattino di oggi, domenica.
A Caserta, intanto, nella notte scorsa un po’ si svuotano i cassonetti.
Altra cosa (ne scrive anche “Repubblica”): entro martedì le Province dovranno indicare a Pansa i siti dove mettere le ecoballe.
Bassolino, più o meno, invita le Province a dare collaborazione a Pansa, la Regione farà la sua parte e finanzierà gli impianti.
E poi si scrive che a Caserta, come altrove, si discute su quali siti indicare.
Domande: a Caserta chi, dove e cosa sta discutendo?
Certo, la Provincia non indicherà l’area liternese, pare di capire dalle dichiarazioni dei giorni scorsi.
E allora, quale sarà il sito comunicato tra 24 ore o poco più?
Discussione?
Chi con chi?
Mettendo cosa sul tavolo?
E perchè non ne scrive nessuno?
Vabbé, questa è una domanda inutile.

Da ricordare che negli ultimi mesi il sindaco Petteruti si era proprio lamentato delle scarse quote di conferimento a impianti per CDR e siti di trasferenza che venivano assegnate a Caserta. Chi è il bugiardo?
Da notare che Il Mattino di ieri segnalava il fortissimo ritardo nelle bonifiche a Lo Uttaro, sito che altrimenti “avrebbe potuto rappresentare un’ancora di salvezza per Caserta e comuni limitrofi”.
Purtroppo non è ancora chiaro a tutti che Lo Uttaro non può essere un’ancora di salvezza di alcun tipo ed è un luogo maledetto che sta stravolgendo la vita e distruggendo la salute dei cittadini, che ha solo bisogno di esssere bonificato e messo in sicurezza.
Le soluzioni alternative tecnicamente valide esistono. Sono, per esempio
quelle da un pezzo indicate dal professor de’ Medici , anche in un’intervista video^ e in un articolo ^ . Ma qui si ha la sensazione che si voglia insistere nelle solite logiche dei 14 anni di emergenza. A testa bassa verso la catastrofe.

Annunci

2 Risposte to “CHIAMALO PARADOSSO”

  1. Luigino said

    Qualche altra notizia: oggi i presidenti delle cinque Province si riuniscono a Napoli al commissariato emergenza rifiuti.
    Lì indicheranno i siti individuati o Pansa registrerà che qualcuno di loro non ha adempiuto alla scadenza.
    Ne potremo sapere qualcosa in più solo domani (solo dai quotidiani regionali?).

  2. Luigino said

    Oggi si consumeranno altri “paradossi”.
    Letti i giornali?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: