AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

AGGIORNAMENTO PER LO STOCCAGGIO ALLA UCAR

Posted by ambienti su gennaio 9, 2008

lavori.jpgSecondo la valutazione di un nostro tecnico le dimensioni previste per il nuovo stoccaggio di rifiuti alla ex Ucar^ non permetteranno neanche di eliminare i cassoni “scarrabili” dalle strade di Caserta. Di conseguenza rischiamo di continuarci a tenere i cassoni, che – incredibilmente concentrati in alcuni quartieri e in alcune vie – già costituiscono un attentato alla salute, e in più avremo uno stoccaggio i cui sviluppi saranno del tutto incontrollabili, come dovrebbe insegnare la storia del “panettone”^, che doveva stare lì pochi mesi e invece è rimasto al suo posto a marcire e ad avvelenarci per anni senza che si veda l’inizio di una smobilitazione.
Per l’uso del capannone Ucar le autorità sanitarie, ARPAC e ASL, avrebbero dato il consenso, ma prescrivendo una serie di preliminari adeguamenti e di condizioni tecniche che richiederebbero tempo e ingenti spese.
Il Comitato Emergenza Rifiuti ritiene che l’ARPAC, nel concedere l’autorizzazione formale, non dovrebe trascurare di valutare il complessivo contesto ambientale e i prevedibili sviluppi nell’eventuale uso dello stoccaggio.
In ogni caso ricordiamo all’assessore all’ecologia Luigi Del Rosso, che ha deciso l’operazione, e che con il sindaco Petteruti, se ne sta assumendo la responsabilità, che l’eventuale avvio dello stoccaggio di rifiuti senza il rispetto integrale di TUTTE le condizioni previste dalle autorità sanitarie costituirà un deliberato attentato alla salute pubblica. Invitiamo altresì l’ARPAC a vigilare affinché, in caso di avvio dello stoccaggio, TUTTE le condizioni prescritte siano rispettate con continuità. In modo che non possa esserci in futuro uno dei soliti scaricabarile burocratici per il quale a noi sembra che si stiano creando le premesse.
Il contratto per l’uso del capannone Ucar prevede un periodo di sei mesi. Il Comitato Emergenza Rifiuti ritiene che anche un solo giorno di apertura dello stoccaggio sarebbe dannoso. In ogni caso lasciare intendere che la faccenda durerà solo sei mesi in riferimento al contratto – come sta tentando di fare l’amministrazione comunale – significa gettare fumo negli occhi alla popolazione. Ci siamo consultati con un avvocato e ci ha spiegato che i contratti di comodato d’uso come quello annunciato per il capannone Ucar consentono prosiegui a tempo indeterminato, eventualmente con aggravio degli oneri economici per chi utilizza l’immobile.

Annunci

Una Risposta to “AGGIORNAMENTO PER LO STOCCAGGIO ALLA UCAR”

  1. Sergio said

    Sono indignato dall’ennesimo abuso di poter ai danni dei cittadini che già hanno tanto subito, nell’indifferenza collettiva.
    In questi giorni si parla di PIanura in tutto il mondo, non una parola sullo scempio di Lo Uttaro e quest’altra truffaldina manovra di Petteruti nell’Ex-UCAR Carbon.
    Svegliamoci, dobbiamo farci sentire e forse combattere con i denti per difendere la nostra salute e dignità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: