AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for 11 gennaio 2008

GLIELA FANNO SOTTO IL NASO

Posted by ambienti su gennaio 11, 2008

La discarica a Lo Uttaro era sempre a portata di naso per gli abitanti della zona. Ora la nuova discarichetta, il sito di stoccaggio “provvisorio” allestito del capanone ex Ucar ^, ce l’hanno proprio sotto il naso.
Scrive un nostro lettore: “Non ci volevo credere che fosse così a ridosso delle case. E invece ieri ho visto gru muovere immensi cumuli di rifiuti a pochi metri dai balconi di casa mia … “.
Rispetto alla foto ora l’assetto della zona è un po’ diverso,  ci sono molti edifici in più, ma ci sembra che questa visione aerea possa già dare una buona idea dell’assurdità.
Poco distanti, a viale Lamberti, ci sono i carabinieri del NOE (Nucleo Operativo Ecologico). All’inizio non riuscivano a crederci neanche loro. Ora staranno solo a guardare? Ed eventualmente ad annusare?

exucar3.jpg
cliccando sulla foto la si può vedere un po’ più grande

Posted in Report | 4 Comments »

GENTE PACIFICA E INFURIATA

Posted by ambienti su gennaio 11, 2008

QUI PER L'AZIONE LEGALEaggiornamento appuntamenti —> 

 

dscn9970b.jpg dscn0003b.jpg

Le foto sono di Giulio Finotti ^. Cliccando su ciascuna di esse la si può vedere più grande.

La sala parrocchiale non è bastata. A Caserta per l’imprevista folla giunta ieri sera davanti a Nostra Signora di Lourdes, in via Kennedy, è stato infine necessario aprire le porte della chiesa. Il Comitato Emergenza Rifiuti si aspettava al massimo 100 persone, ne sono arrivate intorno alle 18 oltre 300, poi molte altre, alcune in transito veloce, solo per firmare, già informate a sufficienza sulle questioni grazie a questo blog. Tutte per protestare contro la catastrofe dei rifiuti a Caserta e per chiedere con azioni legali almeno un risarcimento di quanto pagato con la Tarsu . Che qui bizzarramente è la più cara d’Italia ^ , quasi un “pizzo” imposto con la prepotenza a fronte di un servizio sgangherato o inesistente.
Molti sono arrivati in parrocchia anche per sottoscrivere la petizione contro il nuovo sito di stoccaggio per rifiuti ex Ucar ^, un capannone a pochi passi da abitazioni e uffici, proprio là dove sono stati peggiori i nauseabondi effetti della discarica criminale a Lo Uttaro ^ con conseguenze nel tempo non attualmente prevedibili per i singoli individui, ma nella media sicuramente micidiali ^.
Le persone in chiesa erano di svariate condizioni ed età. Studenti, mamme col bambino piccolo in braccio, insegnanti, impiegati, negozianti, anziani. Gente pacifica, ma ora piena di una rabbia che vorrebbe esprimere in modo civile e vedere seriamente compresa. È chiedere troppo? Perchè il sindaco Nicodemo Petteruti e il presidente della Provincia Sandro De Franciscis non cominciano a partecipare a qualcuna di queste assemblee che si stanno moltiplicando in città invece di continuare a lanciare proclami a vanvera e anatemi che da un pezzo nessuno prende più sul serio?
Questa è una città piuttosto apatica, c’è chi dice distratta o sonnolenta. Per farla infuriare bisognava proprio combinarla grossa: provare per esempio a rubare a tanti l’aria e la salute. I nostri amministratori ci sono riusciti. Ora i cittadini non ce la fanno più a sopportare questo schifo. Ce l’hanno innanzitutto con Petteruti e De Franciscis, che da oltre un anno sul problema dei rifiuti si sono esibiti via via in promesse bugiarde, dissennati trionfalismi, veri e propri attentati alla salute spacciati come soluzioni brillanti, Quando i due poi sono stati messi alle strette hanno solo saputo praticare un gioco a scaricabarile che ormai la gente riconosce subito con disgusto. E pensare che i cittadini di questa provincia sonnolenta si erano persino decisi alle ultime elezioni a dare la vittoria a loro, di un altro fronte, il centrosinistra, rispetto alle precedenti amministrazioni, sperando che qualcosa cambiasse in meglio. Molti avevano confidato nelle promesse di un ambiente migliore fatte da loro in campagna elettorale ^.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Report | Leave a Comment »