AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

L’ORDINANZA DI PRODI SUI RIFIUTI IN CAMPANIA

Posted by ambienti su gennaio 13, 2008

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 11 gennaio 2008

Disposizioni urgenti per fronteggiare l’emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti nella regione Campania e per consentire il passaggio alla gestione ordinaria. (Ordinanza n. 3639). (GU n. 9 del 11-1-2008)

Considerata l’estrema gravita’ della situazione emergenziale in atto, tenuto conto delle tensioni sociali che impediscono la localizzazione degli impianti a servizio del ciclo di smaltimento dei rifiuti con riflessi dannosi di portata imprevedibile per la salute delle popolazioni della regione, e la conseguente necessita’ di procedere immediatamente allo smaltimento dei rifiuti giacenti o comunque sversati sulle strade e nei territori urbani ed extraurbani;

Il commissario delegato, anche in deroga a specifiche disposizioni in materia ambientale, paesaggistico-territoriale, di pianificazione del territorio e della difesa del suolo, nonche’ igienico-sanitaria e salvo l’obbligo di assicurare le misure indispensabili alla tutela della salute e dell’ambiente, provvede alla attivazione dei siti da destinare,

Il commissario delegato provvede altresi’ a individuare altri siti, aggiuntivi o sostitutivi, per lo stoccaggio o lo smaltimento, ivi comprese le discariche chiuse che presentino ancora volumetrie disponibili.

Al fine di assicurare piena effettivita’ agli interventi e alle iniziative di cui alla presente ordinanza, il commissario delegato è assistito dalla forza pubblica

che puo’, altresi’, richiedere l’uso delle Forze armate per l’approntamento e la protezione dei cantieri e dei siti, nonche’ per la raccolta e il trasporto dei rifiuti

Qui il testo completo in PDF ^

Qui il link alla pagina della Gazzetta Ufficiale con l’ordinanza ^

Annunci

Una Risposta to “L’ORDINANZA DI PRODI SUI RIFIUTI IN CAMPANIA”

  1. Perla said

    Ma il supercommissario non dovrebbe avere carta bianca per risolvere la tragedia rifiuti facendo rispettare le leggi e non per operare in deroga ad esse? Non è proprio questo un problema della Campania? Quello cioè che c’è gente che riesce a fare qualsiasi cosa in barba a qualunque legge? Questa è la risposta dello Stato? Il supercommissario non dovrebbe superdifendere le popolazioni vessate dai comportamenti fuorilegge di bande organizzate fuori e dentro i palazzi del potere? E in base a quali criteri dovrebbe operare? Come difendere la salute dei cittadini e il territorio derogando alle leggi che difendono la salute dei cittadini e il territorio? Questa mi sembra proprio una cosa strana. Se non deve attenersi alla legge, le regole di difesa se le deve inventare lui sostituendosi al Parlamento? E in questo modo – a parte i gravi rischi per la democrazia – praticamente non si perpetuerà “l’emergenza” per sempre lasciando altre devastazioni irreversibili? Speriamo che il supercommissario non si voglia anche sostituire alla Costituzione, in particolare all’articolo 32 secondo il quale “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività …”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: