AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

NO A LO UTTARO DICE DE GENNARO

Posted by ambienti su febbraio 16, 2008

No a Pianura, a Parapoti, a Difesa Grande, a Villaricca, no a Lo Uttaro. Nessuna delle vecchie discariche potra’ essere riaperta.Il commissario straordinario per l’emergenza rifiuti in Campania Gianni De Gennaro ha dovuto cancellare dal piano che aveva predisposto, tutte le vecchie discariche. Gli accertamenti tecnici hanno infatti rivelato che la situazione e’ molto diversa da come raccontata dalle carte: dovunque ci sono infiltrazioni di percolato, sottostanti discariche abusive, rischi gravi di crolli. Per uscire dall’emergenza ,oltre all’invio delle ecoballe all’estero e in altre regioni, il supercommissario punta ad approntare il più velocemente possibile nuove discariche in siti non contaminati.

VIDEO LA7

Vodpod videos no longer available. from www.la7.it posted with vodpod

Annunci

2 Risposte to “NO A LO UTTARO DICE DE GENNARO”

  1. Lav said

    Un Commissario che parla chiaro su Lo Uttaro. E adesso che ne sarà di tutti quei signori che hanno compiuto le malefatte, di quelli che le hanno nascoste, di quelli che le hanno negate, di quelli che hanno osteggiato l’accertamento della verità da parte della magistratura, di quelli che fino a ieri proponevano a De Gennaro Lo Uttaro1 e Lo Uttaro2 ? De Gennaro è scappato inorridito da quella discarica, non è una consolazione, perché quella bomba di veleni (ora finalmente ne saranno convinti tutti?) purtroppo è là. Servirà quest’ultima vicenda ad avviare la messa in sicurezza della discarica e di tutta la maledetta area Lo Uttaro? E a scoraggiare chi appena a due passi combina altri pasticci e imbrogli tipo il capannone ex Ucar?

  2. franco said

    Quello che spaventa non è un commissario straordinario, seppur superpoliziotto, che decide di riaprire le vecchie discariche sulla base di carte false, ma è proprio l’esistenza di queste “carte false”. Non sarei tanto sicuro che Lo Uttaro o la zona interessata sia finalmente ritenuta non più idonea a raccogliere i rifiuti fino a quando vi saranno queste “carte false” e questa struttura tecnica (??) che ha partorito quelle carte false. Se De Gennaro andrà via, al suo posto chi subentra ritoverà di nuovo questi presunti tecnici che non si sa perchè suggeriscono soluzioni anomale. Anche per questo, oltre a vigilare ancora, bisogna accellerare le azioni contro l’ex Ucar, che per il momento raccoglie sotto casa di migliaia di cittadini tonnellate di rifiuti indifferenziati e che potrà essere magari affiancato da un altro analogo raccoglitore di rifiuti. Così come bisogna insistere per far partire finalmente questa raccolta differenziata, che solo le parrocchie hanno organizzato in poco tempo. Certo, agli amministratori queste cose non sembrano interesare molto, ma insistendo e premendo con continuità potrà essere possibile forse farsi sentire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: