AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

DIFFERENZIATA IMMAGINARIA

Posted by ambienti su febbraio 20, 2008

differenziata2.jpgOops! Nei ringraziamenti per la copertina di Newsweek dedicata a Caserta ^ abbiamo trascurato l’assessore provinciale verde all’Ambiente Maria Carmela Caiola ^ . Pressoché imperdonabile. Per fortuna lei ieri ha diramato un comunicato che ci offre l’occasione di rimediare. Grazie!
Anche se, dopotutto, non è che il comunicato sia chiarissimo. Annuncia che oggi e domani in Provincia si affronterà la questione della raccolta differenziata. Ma, per cominciare, non si capisce perché, se in Provincia sono così bravi a convocare esperti e a diffondere istruzioni in materia, la raccolta differenziata dei rifiuti a Caserta è ancora – parrocchie a parte ^ – quasi completamente un libro dei sogni. E poi, ci spiegherà l’assessore a che punto è il piano provinciale per i rifiuti di cui sono state divulgate finora solo vaghissime linee ^ ? Ovvero più o meno ciò che in questo momento potrebbe venire in mente anche a un bambino di scuola elementare ^ ?
Ormai per molti governanti e amministratori italiani vale la regola, soprattutto qui a Caserta, che la realtà è ciò che dichiarano loro, cioè pura e illusionistica propaganda. Peccato che noi non siamo riusciti ancora a trovare il modo per abitare questo magico mondo di chiacchiere in cui loro sono bravi e scrupolosi, tutti ligi all’interesse dei cittadini nel nome delle loro nobili insegne azzurre, rosse, verdi e persino arcobaleno. Noi purtroppo abitiamo in un mondo di spazzatura dove ci sono strade in cui la monnezza sta lì ancora da Natale, altre in cui i cumuli stanno ricominciando a crescere. E dove la differenziata regolare, possibilmente porta a porta, a Caserta è per ora solo una burletta con prospettive nolto nebulose.
Il comunicato ci dice anche che in provincia mancano gli impianti di compostaggio. Ma no! Che tali impianti fossero necessari i “fondamentalisti dell’ambiente” – di cui evidentemente questo blog è un covo – lo stavano sostenendo quasi tutti i giorni da un anno e passa. E in cambio hanno ricevuto insulti da Petteluttaro e da De Fracìdis. Ora se ne sono accorti anche in Provincia che è importante fare il compostaggio? E quanti altri anni ci vorranno per passare dalla teoria a un piano operativo e ai fatti?
Un chiarimento l’assessore Caiola comincia a fornircelo, promettendo di incentivare “l’avvio di progetti di compostaggio domestico, molto semplici da realizzare per i cittadini”. In pratica: arrangiatevi. Perché se è vero che il compostaggio domestico può essere una buona pratica per contribuire materialmente e culturalmente al riciclo dei rifiuti, indicarlo tra i rimedi risolutivi in una situazione come la nostra è abbastanza ridicolo. E con il resto della monnezza che ne facciamo? La stipiamo dentro l’immondo capannone ex Ucar ^ trasformato in un Crowne Plaza per grandi comitive di topi ^ che da lì possono visitare con comodo i quartieri ad appena due passi e allungarsi senza troppa fatica per tutta la città? O aspettiamo di bruciarla nel termodistruttore di Petteluttaro ^ ?

Per il testo completo del comunicato

Rifiuti, a Caserta la campagna “Campania differenzia”
Due giorni per studiare l’avvio dei piani di raccolta

Su iniziativa della Provincia, approda a Caserta domani e dopodomani la campagna “Campania differenzia”, promossa dall’associazione dei Comuni italiani (Anci) e dall’Unione Province d’Italia (Upi), con l’obiettivo di contribuire al superamento dell’emergenza rifiuti. Domani mattina, a partire dalle ore 10 nell’aula consiliare dell’Ente di corso Trieste, si terrà la prima giornata dell’iniziativa, con la partecipazione dei sindaci dei Comuni con popolazione fino a seimila abitanti, mentre dopodomani sarà la volta degli altri Enti.
I primi cittadini saranno guidati, attraverso la consegna di un “kit” giuridico-amministrativo, nell’apprendimento delle tecniche organizzative e gestionali per la predisposizione e l’avvio dei piani per la raccolta differenziata, in ottemperanza a quanto previsto dall’ordinanza Prodi dell’11 gennaio scorso. In collaborazione con il ministero dell’Ambiente e l’Apat, è stato nominato un pool di esperti a supporto dei Comuni.
“I tecnici – spiega l’assessore provinciale all’Ambiente, Maria Carmela Caiola – affiancheranno concretamente gli Enti locali sul tema della raccolta differenziata. In particolare, in queste due giornate forniremo indicazioni utili per emanare ordinanze che abbiano l’obiettivo di garantire in tempi brevi almeno la differenziazione tra i rifiuti secchi e quelli umidi sui territori. Chiariremo il corretto rapporto che deve esserci tra i piani comunali e i piani consortili. Inoltre – conclude Caiola – vista la mancanza tuttora di impianti di compostaggio, come Provincia incentiveremo l’avvio di progetti di compostaggio domestico, molto semplici da realizzare per i cittadini”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: