AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

GLI ESTREMISTI DELLA MALAMONNEZZA

Posted by ambienti su aprile 11, 2008

È stato sospeso dal suo incarico Antonio Limatola, direttore del consorzio ACSA CE3, comprimario di spicco del Caserta Monnezza Show di cui sono protagonisti il presidente della Provincia Sandro De Franciscis ^ e il sindaco Nicodemo Petteruti ^ – entrambi del PD, il partito di Veltroni e di Bassolino – e sono cresciute ancora le complicazioni per l’avvio della differenziata. Lo spettacolo di questa città rischia sempre più di trasformarsi in un nuovo caos dei rifiuti. Vista l’ordinanza N.3639 di Prodi ^, il commissariamento ad acta del Comune dovrebbe essere prossimo. O si cavillerà su questioni burocratiche per lasciare i casertani immersi nello schifo che le amministrazioni sono riuscite a organizzare? Tutta merdaccia che va dalla discarica criminale a Lo Uttaro alle nuove puzze in arrivo dall’ex Ucar ^ e alla finta differenziata che – ora si comincia a vedere chiaro – non funziona quasi per niente, non certo per colpa dei cittadini – che in maggioranza stanno giudiziosamente tentando di fare del loro meglio – ma perché è sbagliato il sistema.
Oggi il Mattino edizione Caserta dedica una pagina intera agli affari di monnezza casertani. Da leggere e da meditare. Per molti versi si stanno materializzando i pericoli che avevamo previsto. Non osserviamo il futuro in una sfera di cristallo, ma ormai siamo abituati a decifrare le bugie che questi amministratri cercano di rifilarci. Chissà poi con che speranza lo fanno. Prima o poi ce ne accorgiamo tutti di quello che succede. Probabilmente preparano il solito gioco dello scaricabarile: colpa del commissario, colpa del governo, colpa dei “fondamentalsti dell’ambientalismo”. Non credeteci neanche una volta: governo e commissariato hanno le loro chiare responsabilità, ma nel guazzabuglio locale, in cui sarebbero stati possibili interventi risolutivi, hanno fatto, disfatto e omesso di fare tutto loro, tra Comune e Provincia, e a quanto pare ora si permettono anche di entrare in conflitto “politico”. In quanto agli ambientalisti, noi siamo qui, siamo evidentemente dei moderati rispetto a questi trionfanti politici estremisti della malamonnezza, e sugli ultimi sviluppi per ora abbiamo potuto fare poco di più che avvertirvi, dare voce ad alcune obiezioni dei cittadini puntualmente ignorate (il sindaco non risponde proprio alle argomentate lettere dei comitati), assistere a questo teatro. Che sarebbe tutto da ridere se non fossimo sempre più preoccupati per il futuro del nostro territorio e della nostra salute.

Clicca sull’immagine della pagina per leggere i tre articoli ^

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: