AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

CAOTICI PROCLAMI COMUNALI

Posted by ambienti su maggio 20, 2008

Se c’erano ancora dubbi sullo stato confusionale che affligge l’amministrazione comunale di Caserta per la questione rifiuti – e non solo – un articolo sul Mattino di lunedì 19 maggio ^ li ha eliminati tutti: siamo in pieno caos e inutilmente l’assessore all’Ambiente Luigi Del Rosso tenta di distrarci con altre frottole. La quantità dei rifiuti al capannone ex Ucar sarebbe stata dimezzata, secondo del Rosso, e questo dovrebbe permetterci di guardare con minore inquietudine ai prossimi giorni. Ma continuano a fioccare i condizionali e a un paio di nostre verifiche in giornata, intorno alle 10.15 e intorno alle 20, il capannone ex Ucar risultava bello pieno. O non è stato mai svuotato, o si è riempito di nuovo ma i rifiuti sono rimasti in strada. A parte il fatto che trasferire i rifiuti dagli scarrabili a un gigantesco e puzzolente cassone appena un po’ più in là – com’è l’ex Ucar – continua a non sembrare una gran trovata alle migliaia di cittadini che abitano lì a portata di naso, di insetti e di topi, tra Villaggio Saint Gobain, quartiere Acquaviva e confinante zona di San Nicola La Strada.
L’assessore Del Rosso ci ha informati anche di complicazioni sul fronte SACE e sul fronte appalto per la differenziata, come se queste supplementari avversità derivassero da un fato perfido e non dalle inerzie e dalle scelte scriteriate della sua giunta. Poi l’assessore si è lamentato perché la Provincia non avrebbe coinvolto il Comune nella task force per i rifiuti. Francamente, il mancato coinvolgimento dell’inaffidabile amministrazione comunale per ora sembra l’unico segnale positivo in arrivo dalla task force provinciale. Non si capisce proprio quale contributo di strategia o di competenze potrebbe apportare la partecipazione di un Comune la cui maggiore abilità consiste nell’imboccare vicoli ciechi.
Su Lo Uttaro Del Rosso non si è pronunciato. Come se tutto quel che sta accadendo intorno al sito maledetto potesse non riguardare gli amministratori della città. E come se i casertani potessero continuare ad essere trattati come cittadini a perdere ^.

Advertisements

Una Risposta to “CAOTICI PROCLAMI COMUNALI”

  1. Luigi & Carlo V. said

    Ormai molti sanno che la ASL di Caserta sta trasferendo i suoi uffici ed ambulatori nell’area ex Saint Gobain. La nuova sede si chiama “Palazzo della Salute”, è moderna e funzionale, nuova appunto. Quale nome sarebbe stato più appropriato? Quale luogo più indicato se non l’area di sviluppo della città, non lontana dal nuovo Policlinico? Può però sorgere un dubbio: è tutto uno scherzo o vuol dire che finalmente la faranno finita col consentire l’insediamento di qualsiasi “schifezza” in quell’area e in quelle immediatamente adiacenti? Forse questo lento svuotamento del Capannone presagisce il nuovo corso? Però il probabile ex assessore comunale all’ambiente ha già detto che il capannone se lo vuole conservare vuoto per qualche altra emergenza: un bel programma!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: