AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

LA VENDETTA DI BERTOLASO

Posted by ambienti su maggio 23, 2008

Hanno detto no la popolazione, i periti, la magistratura civile per tutelare la salute dei cittadini, la magistratura penale che a Lo Uttaro sta indagando anche su gravissimi reati di matrice camorristica, come il pregresso sversamento di rifiuti tossici, che verrebbero nascosti per sempre dai rifiuti “ufficiali”. La Commissione parlamentare sul ciclo dei rifiuti e sulle attività illecite ad esso connesse aveva indicato la vicenda Lo Uttaro come “tristemente emblematica di inefficienza collusiva” ^. E aveva detto no il commissario governativo Gianni De Gennaro dopo una ricognizione compiuta con il Genio militare. Ma ora con Bertolaso rispunta l’ipotesi Lo Uttaro, in relazione alla cava Mastroianni, un allargamento del fosso della cava Mastropietro in cui è la discarica maledetta. Sarebbe l’unica discarica in zona urbana in Campania e probabilmente in tutto il mondo. Molto più vicina a quartieri abitati di quella contestata a Chiaiano, Napoli.
Perché proprio qui? Che cosa si vuole dimostrare? Che cosa si vuole nascondere?

scrive oggi la Repubblica:
«Restano poi in piedi anche gli altri impianti di cui si parla con insistenza nelle ultime 48 ore. Confermata la realizzazione di un impianto nel casertano: dovrebbe essere localizzata nella cava Mastroianni, località Torrione».

leggi tutto l’articolo di Conchita Sannino su la Repubblica on line ^

Annunci

17 Risposte to “LA VENDETTA DI BERTOLASO”

  1. Furio said

    Allarme, allarme rosso!! La cava Mastroianni no. Ci vogliono ammazzare tutti. Tutti gli abitanti di Caserta, San Nicola, Maddaloni, San Marco vengono condannati a sofferenze indicibili o direttamente a morte. Che fanno sindaci, presidente di Provincia, assessori, maggioranze e opposizioni? Sono soddisfatti? Intanto chi può fugga al più presto!

  2. Fedele said

    Che si deve fare, che si può fare se non si può scappare e lasciare tutto? Un pericolo così grave deve essere scongiurato ad ogni costo. Il megamostro che ci minacciava e ci terrorizzava si sta materializzando. Il disastro di Lo Uttaro era troppo poco …

  3. Pop said

    C’era bisogno? Ecco un altro con idee chiare nuove e brillanti! bravo Bertolaso, ti appresti a un altro capolavoro. Questa per il nostro territorio è la mazzata finale. Urrà per il sindaco e per tutto il resto!!

  4. Linus said

    Ah ah ah!!!!
    Ma come? Ma De Gennaro non aveva fatto fare i carotaggi e aveva detto che “la gente aveva ragione”???
    Che a Lo Uttaro la situazione era “sorprendente”???
    Barbieri ad AnnoZero non aveva detto che “Lo Uttaro è una bomba chimica???
    Ah ah ah!!! E’ proprio una comica!!!
    Conchita Sannino ci sta facendo uno scherzo!!! Che matacchiona!!!

  5. Perla said

    Certo che è una vendetta. Perché, non lo vorrei neanche pensare. Ma come può venire in mente di aprire la cava Mastroianni che non è altro che la continuazione della discarica di Lo Uttaro. Sta proprio là dietro, le due cave hanno una parete in comune. Che differenza c’è con l’altra. Follia pura, ma sotto ci deve essere anche qualche altra cosa. Spero che qualcuno risponda con fermezza a questo nuovo gravissimo sopruso.

  6. agnese said

    ALLARME ROSSO!!! Bertolaso è il vero mostro dopo lo uttaro. Credo che non abbia ancora digerito la sua sconfitta con i casertani, quando venne a Caserta al teatro comunale, quando ci alzammo per protesta voltandogli le spalle e andandocene via mentre lui stava parlando.
    Ora si vuole vendicare il mostro Bertolaso. Ha il lasciapassare, si comporterà da dittatore, si accanisce contro la vita e contro chi lo ha ostacolato. Altro che protezione civile, protezione incivile piuttosto. Lungi dal mostro … ALLARME ROSSO si salvi chi può …

  7. Linus said

    Faccio anche rispettosamente notare che Bertolaso ha testè detto che a Serre non aprirà una seconda discarica.
    Questo perchè Serre “ha già dato”!!!!
    Bene. Mi sembra che anche Lo Uttaro abbia “già dato” abbondantemente.
    Ovviamente la mia è ironia. Sappiamo benissimo che il metro di valutazione dei politici è un altro.
    Pensierino:
    Il sindaco di Marano l’ho visto a Porta a Porta scatenato nelle vesti di un ottuso “Tommasino” preso in giro da Bruno Vespa che non gli piace il presepe …
    Il sindaco di Serre stamane si è irriducibilmente schierato contro la seconda discarica, nonostante i toni intimidatori del Governo …
    Forse la vince chi ha il sindaco più “facinoroso” …
    E i nostri sindaci? Dove sono?

  8. ambienti said

    La situazione è ancora incerta fino alla firma del presidente della Repubblica e alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Dalle notizie in arrivo da una conferenza stampa di stamattina in prefettura a Napoli sembra che la rosa dei siti sia ampia e che Serre non sarebbe esclusa. Questo probabilmente anche per mantenere possibilità di manovra politica. Proclami a parte, ora il decreto dovrà fare i conti con le riserve già espresse della magistratura e dell’esercito, poi con le reazioni delle popolazioni e dei loro rappresentanti locali. Ed effettivamente noi a Caserta in quanto a rappresentanti locali stiamo messi abbastanza male con Petteruti e De Franciscis.

  9. giuseppe said

    Non è possibile!
    Non possiamo continuare a stare a guardare!
    Occorre una mobilitazione, quel sito deve essere bonificato; non bisogna versarci più niente.
    Ma come faremo appena arriverà il caldo. Io abito a San Nicola, ieri mi sono arrivati anche i bollettini della TARSU e TIA (al danno si aggiunge la beffa).
    Io sto cercandolavoro altrove, andrò via se troverò….
    Ma non è giusto!!!!!!!!!!
    Dove sono i nostri amministratori ….

  10. The Boss said

    Questa purtroppo è anche la dimostrazione che i nostri politici sceglono sempre la strada più facile. A Caserta non hanno trovato molta opposizione da parte della popolazione e nemmeno degli amministratori locali. Distratti e menefreghisti i primi, collusi e senza palle i secondi. Finora la magistratura ci ha dato una mano ma da oggi sarà sempre più difficile.
    Ho combattuto in questi due anni tra l’indiferenza dei miei concittadini. Ora penso proprio che andrò via.

  11. Linus said

    Ma qualcuno di noi si è mai chiesto cosa può voler dire la frase di Barbieri: “Lo Uttaro è una bomba chimica”?
    Cosa può mai esserci là sotto? Secondo me è questa la chiave di tutto il mistero, il motivo della “vendetta” …
    Io dico che il potere forte (lo Stato, il commissariato di governo) insiste su Lo Uttaro perchè il potere intermedio (politici locali e burocrati) offre la disponibilità delle cave per coprire sversamenti di “chissà cosa”!!!
    La gente (noi) non conta nulla. Può morire tranquillamente.
    Bertolaso tutto questo non lo sa? E’ impossibile!
    Lo sa, ma ci passa sopra per risolvere il problema dei rifiuti urbani? E’ probabile, perchè come ogni burocrate efficiente, è abituato a perseguire la sua mission ad ogni costo. De Gennaro però ha avuto l’onestà di fermarsi dopo i carotaggi.
    Oppure è lui stesso complice delle irregolarità e malefatte che sono state accertate nella discarica. Questa mi pare un pò assurda, ma se è vera, allora là sotto c’è qualcosa che ha a che vedere con lo Stato stesso.
    Voto la seconda.
    PS: qualcuno ha la registrazione della trasmissione di AnnoZero con la frase incriminata? Sul sito di RaiClick la puntata non c’è. Dovremmo estrapolare quella frase e metterla “almeno” su “YouTube”…

  12. Cafone said

    Chiediamo aiuto a De Gennaro, almeno lui i fatti li ha capiti e valutati. Inutile rivolgersi a Napoli(e)tano perché a lui interessa solo che venga salvaguardata Napoli. Vorrei sentire quali c…… hanno intenzione di dire gli amministratori locali, e vorrei sentire anche quelle delle forze di opposizione in comune e in provincia. Tutti i rappresentanti di questi partiti si sono scagliati contro Lo Uttaro e contro l’idea di una discarica cittadina, e adesso tuoneranno ancora o si squaglieranno al sole dei signori B.&B.?

  13. Il Cardinale said

    Più che prendersela con la vendetta di Bertoluttaro, bisogna fare mea culpa x quei “signori” della conurbazione di circa 200.000 abitanti, tra Maddaloni, S. Marco, S. Nicola e Caserta, che invece di difendere il proprio territorio, la legalità, ma soprattutto la Salute, se ne sono infischiati, hanno seguito le proprie squadre del cuore macinando km e km, hanno preferito passeggiare x CE durante la “notte Bianca” tra cumuli di rifiuti, sono andati beatamente a mare pensando che raggiunto il clou (13/5/’07) con la manifestazione e la relativa celebrazione c/o la Cava Mastroianni (prossima apertura?) con in testa S.E. Nogaro avrebbero potuto finalmente respirare.

  14. giovanni said

    Salve mi chiamo Giovanni sono di S. Nicola la Strada vorrei dire una cosa, do ragione a tutti quelli che protestano, ma vorrei porre una domanda ai protestanti: invece di combattere fate un tavolo e proponete alternative alle discariche perché se continuiamo a dire no qua no là, da qualke parte, pure l’immondizia dev’essere gettata. Giusto? Possiamo sempre mandarla in Germania facendole guadagnare 32 milioni di euro che potrebbero poi gravare sulle bollette dei cittadini? Grazie e ripuliamo la Campania, dove potremmo vivere di turismo.

  15. Furio said

    X Giovanni
    Di tavoli e di proposte ne sono state fatte decine ed alcune sono anche molto concrete: la raccolta differenziata, meglio se porta a porta e lo smaltimento del raccolto attraverso il riciclaggio … ma che davvero si deve ripeterlo ancora? Informati, ti prego, è anche molto interessante e si scoprono tanti risvolti riguardanti anche il risparmio e il guadagno. Lo sai che a San Nicola il Comitato E.R. sta spingendo in tutte le maniere per far attuare questa benedetta raccolta differenziata. Lo sai che il Comitato Città Viva del quartiere Acquaviva a Caserta sta attuando una ottima e riuscitissima raccolta differenziata di plastica, metallo, carta, cartone e vetro per avviarli direttamente alle aziende di riciclaggio che così vivono e lavorano? Quindi si, da qualche parte l’immondizia deve essere portata, ma non gettata. Lo sai che gran parte dell’immondizia mandata in Germania non è stata per niente incenerita ma quei furbacchioni dei tedeschi se la sono lavorata e riciclata e ora ne trarranno altra ricchezza? Quindi perché far soffrire per le puzze e far ammalare la gente con le discariche, situate in città per giunta? Ecco perché protestiamo.

  16. Citoyen said

    Per Giovanni
    Bene, bravo! ti sentirai un campione di civiltà e di altruismo. Ma non lo sai quello che capita e può capitare a chi vive nel raggio di una discarica? Puoi continuare a vivere tranquillo e sentirti sicuro dei tuoi sentimenti di bravo cittadino. Solo c’è il particolare che forse non ti hanno spiegato bene: stanno chiedendo il sacrificio e il rischio della vita di circa duecentomila persone e in mezzo a questi non ci sei solo tu e la tua famiglia, ma anche “gli altri”.

  17. Linus said

    Caro Giovanni.
    Non credo tu possa essere veramente di San Nicola La Strada e dire veramente quello che hai detto.
    Ma come? Vivi entro un raggio di 2 chilometri da un fosso che è stato definito dal PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE SULL’EMERGENZA RIFIUTI Enzo Barbieri una “BOMBA CHIMICA”?
    E parli di turismo? Di tavoli? Di alternative?
    Noi di San Nicola NON DOBBIAMO PENSARE AD ALTERNATIVE.
    Perchè noi ABBIAMO GIA’ DATO come i cittadini di Serre.
    E non è giusto che PAGHIAMO SEMPRE NOI.
    Se sei veramente di San Nicola La Strada, capisco perchè siamo a questo punto.
    Se non sei di San Nicola, sei un provocatore che parla senza sapere.
    Dovevi stare a casa mia l’estate scorsa, quando non riuscivo a entrare nel garage per la puzza stagnante che mi faceva vomitare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: