AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for 25 maggio 2008

PASCARIELLO COME VI PARE

Posted by ambienti su maggio 25, 2008

PASCARIELLO: “SCELTA SCELLERATA!”
Uttaro 2, da San Nicola La Strada scende in campo il sindaco: “Finora solo false promesse ai cittadini”
«La scelta del sottosegretario di Stato ai rifiuti di far aprire la cava Mastroianni, che è attigua alla discarica Lo Uttaro, è semplicemente “scellerata”». Lo ha affermato il sindaco di San Nicola La Strada, Angelo Pascariello, in un’intervista rilasciata a Nunzio De Pinto appena reso noto il decreto firmato dal Presidente della Repubblica con il quale è stato sancito che la cava Mastroianni, in località Torrione di Caserta, diventerà una nuova discarica.
Pascariello ha detto che per il consiglio comunale del 3 giugno proporra di inserire all’ordine del giorno una delibera contro Lo Uttaro 2. De Pinto commenta: «Speriamo che il sindaco si renda conto che i cittadini si attendono ben altre mosse …».

leggi l’articolo sul Corriere di San Nicola ^

Stranamente l’articolo, che appare ripreso dalla Gazzetta di Caserta, è in contrasto con dichiarazioni molto più rassegnate in un altro articolo di domenica 25 su Il Mattino-Caserta. Come staranno le cose? Cercheremo di saperlo direttamente dal sindaco Pascariello.

leggi l’articolo sul Mattino ^

Posted in Report | 2 Comments »

NESSUNO SI SENTA ESCLUSO

Posted by ambienti su maggio 25, 2008

da il manifesto ^ 25 maggio 2008

di Gabriele Polo

Saranno necessari trentamesi per risolvere l’emergenza rifiuti di Napoli, parola del sottosegretario ad hoc Bertolaso. Sono bastati pochi minuti per capire come il governo intende risolverla, quelli trascorsi tra la firma dell’apposito decreto da parte di Napolitano e le cariche di Chiaiano. Una dimostrazione di forza: concreta, per intimidire quella popolazione; simbolica, per dire all’Italia intera quale sarà la sorte di chi osa protestare. Il pugno di ferro invocato da più parti e praticato in una piazza sinistramente ribattezzata «Titanic», è la logica prosecuzione di quel primo consiglio dei ministri che ha varato una vera e propria legislazione speciale. E’ la pratica dell’emergenza diventata unica fede di questa declinante Repubblica: si tratti di stranieri da cacciare come di cittadini da comandare, si parli di diritti individuali come di rifiuti collettivi.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Report | 1 Comment »