AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

CENTRODESTRA, CENTROSINISTRA O CENTROMONNEZZA?

Posted by ambienti su maggio 27, 2008

Dove sono andati a finire a Caserta i No Uttaro di centrodestra che protestavano contro il fosso dei veleni a Lo Uttaro sotto il governo Prodi? Tuonavano in consiglio comunale, si adattavano qualche volta persino a marciare in corteo con i giovani dei centri sociali. In nome della salute e del bene comune. Che nobiltà. Avevano quasi convito tutti – da tutti accantonate momentaneamente le ideologie – di essere persone migliori dei loro avversari politici. Ma con Berlusconi e il centrodestra al governo e con il decreto che ci regala Lo Uttaro 2, per questi signori la salute e il bene comune sembrano aver cambiato significato o essere diventati temi molto imbarazzanti. Per provare a chiarire la faccenda Comitato Emergenza Rifiuti e Comitato Cittadini Casertani hanno rivolto loro un pubblico appello ^.
Per ora tra gli interpellati ha risposto solo l’eurodeputato Riccardo Ventre, indirettamente, attraverso un appello al sottosegretario Bertolaso (lettera di seguito all’appello dei comitati ^). Benché in modo un po’ tortuoso, elogiando in generale le misure adottate dal governo, Ventre ha preso ancora posizione contro Lo Uttaro, dicendo a Bertolaso che lui, come i casertani, “non capisce” la scelta di Caserta. Bene, speriamo che riesca a capire e a ottenere un risultato prima che sia troppo tardi per tutti noi.
Per il resto sul fronte centrodestra, a giudicare dalla cronaca sul Mattino di una riunione di notabili d’area locali avvenuta ieri ^, si sentono più che altro parole in libertà, il tentativo di creare una cortina fumogena per nascondere una sostanziale remissività e complicità verso l’operazione Lo Uttaro 2. Con attacchi inutili ad amministrazioni locali di centrosinistra, certo colpevoli ma ormai inermi di fronte ai diktat di B & B, con deliranti promesse di sviluppo per una città dalla quale ormai in tanti stiamo progettando o sognando di fuggire per sempre.
Sul fronte del centrosinistra tace il sindaco di Caserta Petteruti, che a quanto si è saputo si è preso un paio di giorni di “permesso”, era proprio il momento. In compenso parla attraverso il Mattino, il sempre più ineffabile assessore all’Ambiente Luigi del Rosso ^ per dire: «Apprezziamo la sua (di Bertolaso) disponibilità a dialogare con gli enti locali e speriamo vivamente che prenda in debita considerazione quanto sancito dal protocollo d’intesa siglato qui a Caserta nel 2006 che escludeva categoricamente l’apertura di altre discariche oltre a Lo Uttaro. A tal fine intendiamo appellarci a tutti i parlamentari di Terra di Lavoro, a prescindere dal colore politico, affinché collaborino con noi per scongiurare lo scempio della cava Mastroianni». L’assessore sembra non essersi reso conto che Bertolaso punterà dritto su Lo Uttaro, visto che tra l’altro ha avuto varie occasioni per capire che personaggi sono qui i suoi interlocutori ufficiali. E Del Rosso non dice a chi ci dovremmo appellare noi per fare sparire lo stoccaggio al capannone ex Ucar, inventato da lui e da Petteruti, che si sta rivelando a tutti, come non era difficile prevedere, un demenziale supplemento della catastrofe maggiore ^.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: