AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

PER LA TRASPARENZA E L’AMBIENTE

Posted by ambienti su giugno 1, 2008

A Santa Maria Capua Vetere, Caserta, un coordinamento di associazioni dei cittadini sarà in Piazza Bovio oggi 1 giugno e domani, da mattina a sera, per la raccolta di firme necessaria alla presentazione di 3 proposte di delibere del Consiglio Comunale di iniziativa popolare.
Le tre proposte riguardano la trasparenza di atti amministrativi, la raccolta differenziata dei rifiuti, gli accertamenti sanitari ambientali.
Di seguito in sintesi le proposte di deibere avanzate a norma dell’art.34 dello statuto della città.
 
 
1° Proposta di delibera “Trasparenza atti amministrativi”
 
Pubblicazione sul sito Web del Comune di:
1) bilancio annuale, il bilancio pluriennale, la relazione previsionale e programmatica, il piano degli investimenti, il piano esecutivo di gestione ed il documento di programmazione finanziaria, comprensivo di tutti gli allegati e, in particolare, l’elenco delle ditte fornitrici e delle consulenze ;
2) delibere e determine approvate, suddivise per anno, argomento, presentatore, iter; le delibere devono poter essere rintracciate sia con la ricerca avanzata, sia con la ricerca libera nel testo. Ciascuna delibera deve essere inserita sul sito entro due giorni dalla sua approvazione;
3) archivio degli altri atti del Comune approvati o, per interrogazioni e interpellanze, con iter concluso: mozioni, ordini del giorno, presentatore, iter; tutti gli atti devono poter essere rintracciati sia con la ricerca avanzata, sia con la ricerca libera nel testo. Ciascun atto deve essere inserito sul sito entro due giorni dalla sua approvazione;
4) bandi e gli esiti di gara;
5) elenco delle proprietà immobiliari del Comune e loro destinazione d’uso;
6) elenco dell’intera attività degli incarichi esterni (incarichi, studi, progettazioni, contratti a tempo determinato…); per ogni incarico devono risultare in maniera omogenea le seguenti voci: ufficio proponente, soggetto assegnatario, tipologia dell’incarico (studio, progetto, prestazione, contratto a tempo determinato), ammontare pecuniario riconosciutogli, data di conferimento e di scadenza dello stesso, se trattasi di nuovo incarico, viceversa data di rinnovo se l’assegnatario ha già usufruito precedentemente di un incarico dell’amministrazione, comprensivo delle attribuzioni attualmente in essere o assegnate da questa Amministrazione; obbligo di dichiarare se i consulenti hanno rapporti di consulenza con le società controllate o partecipate dal comune e per quali importi, obbligo di dichiarare che i consulenti non hanno condizioni di incompatibilità (ad esempio dipendenti di enti pubblici che per legge o per regolamento stabiliscono alcune incompatibilità tra
funzione pubblica e lavoro autonomo);
7)Ragione Sociale, dati essenziali di bilancio, nominativi dei consiglieri di amministrazione e relativi emolumenti relativi ad ogni Società controllata dal Comune (anche quelle controllate attraverso una partecipata);
8)registro delle spese del Comune, comprensive delle spese per lo staff, spese per gli uffici, spese per i viaggi comprensive di quelle dello staff, spese telefoniche e dotazione informatica, spese varie.
 
2° Proposta di Delibera “Raccolta differenziata”
 
1) individuazione da parte della Giunta e del Sindaco:
• di canali di invio degli imballaggi recuperati (a seguito di ritiro alla consegna dei beni durevoli in essi contenuti), direttamente agli impianti di trattamento, senza gravare sulla raccolta differenziata dei rifiuti domestici( c.d. logistica di ritorno);
• di misure (eventuali Ordinanze Sindacali) che -scoraggino l’utilizzo e la vendita , per almeno 6 mesi di contenitori monouso e bottiglie d’acqua e/o altre bevande in plastica- e/o premino la resa dei vuoti( in Scandinavia ogni supermercato è dotato di una macchina che inghiotte i vuoti e rilascia uno scontrino che vale immediatamente come buono spesa nel supermercato);
2) organizzazione e relativa esecuzione, da parte della Giunta e del Sindaco, di un piano di Raccolta differenziata “Porta a Porta con cadenza settimanale” :
• generalizzata e non limitata a quote ristrette della città (con eventuali lenti tassi di espansione);
• che preveda il raggiungimento nel 2008 e negli anni seguenti di percentuali adeguate all’emergenza ambientale in corso, conformi agli obblighi minimi stabiliti dal d.l. 152/2006 e dalla legge 196/2006 (45% nel 2008 e 65% nel 2012) coerenti con i tassi di incremento annui della raccolta verificati in tantissime situazioni nazionali ed europee dove è , da tempo, praticata;
• introduca forme di incentivazione fiscale necessarie a premiare i comportamenti virtuosi (dall’adesione ai programmi di raccolta all’attivazione del compostaggio domestico e condominiale);
4) vigilanza costante sull’utilizzo del locale impianto di CDR (già declassato a “tritovagliatura”) per impedirne la trasformazione in discarica a cielo aperto non essendo, il predetto sito, dotato delle strutture necessarie all’uopo ed essendo sprovvisto di idonee piazzole per lo stoccaggio;
5) impegno della Giunta e del Sindaco, all’interno delle competenti Istituzioni Provinciali, Regionali e Statali, per la realizzazione di impianti di compostaggio e la riconversione dell’ex impianto di CDR in impianto biossidativo a freddo(TMB) che sfrutti, senza danno per l’ambiente e la salute dei cittadini, l’abbinamento di processi meccanici a processi biologici quali la digestione aerobica e il compostaggio;
6) rendicontazione trimestrale in Consiglio Comunale, da parte del Sindaco e dell’Assessore all’Ambiente, delle attività svolte in ottemperanza a quanto stabilito nei punti sopra riportati.
3° Proposta di Delibera “Accertamenti sanitari/ambientali”

1. approvazione di un regolamento per l’igiene e la salute pubblica dei cittadini;
2. accertamento circa l’ effettiva titolarità e proprietà dell’industria conciaria “Volturno” sita in località Sant’Andrea dei Lagni e la pubblicazione, sul sito web del Comune, dei relativi risultati;
3. predisposizione di accurate analisi, sulle acque , sulle emissioni in aria e sui terreni della città da eseguirsi con particolare riguardo alla località Sant’Andrea dei Lagni, nonché di un’indagine epidemiologica onde verificare, meglio e più approfonditamente, l’impatto ambientale della presenza dell’ impianto di CDR e dell’industria conciaria “Volturno”;
4. affidamento di tali accertamenti (di cui al punto 3 della presente) alla Facoltà di Ingegneria Chimica dell’Università agli Studi di Napoli Federico II°;
5. esecuzione di dette indagini (di cui al punto 3 della presente) al cospetto di un Rappresentante Prov.le di Caserta dell’Associazione “Medici per l’Ambiente (ISDE Italia)” e la pubblicazione dell’esito sul sito web del Comune;
6. successiva prosecuzione dei risultati delle indagini effettuate alla competente Procura della Repubblica e l’eventuale costituzione di parte civile del Comune, ove dovessero emergere ipotesi di reato e/o di danno per la collettività, nonché la chiusura dei siti non a norma.
 
PROMOTORI DELL’INIZIATIVA SONO: Sito Web a margine, assoc. il Faro, Assoc. Borgo S.Andrea, Rinascita cittadina e Comitato Città pulita.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: