AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

INVECE DI DISCARICHE E INCENERITORI

Posted by ambienti su giugno 10, 2008

A Vedelago, in provincia di Treviso, è realtà il modello del riciclo col quale si potrebbe uscire dalla crisi rifuti oggi e domani, non solo in Campania, visto che in altre regioni italiane, a partire da Lazio, Puglia, Calabria, Sicilia, il collasso è prossimo. Uscire dalla crisi senza megadiscariche, inceneritori e stoccaggi a capriccio che impuzzano e avvelenano per sempre l’ambiente. E ddirittura trasformando in sabbia buona per usi industriali ed edilizi il residuo del riciclato. Ma qualcuno dei nostri governanti e amministratori vorrebbe davvero soluzioni simili? O la maggior parte di loro ritiene più convenienti i grandi affari e la grande paura dell’emergenza?
Da vari paesi europei arrivano al Centro Riciclo Vedelago ^ a COMPRARE il materiale riciclato. Cioè PAGANO per prendersi ciò che era rifiuto, diversamente da come si fa in Campania dove, grazie alla grande truffa del’emergenza rifiuti ^, ora PAGHIAMO per lo smaltimento all’estero. Per giunta il Centro Riciclo Vedelago ora progetta e vende i suoi macchinari adattati all’Olanda e alla Germania.
Perché questo modello non è stato e non è possibile realizzarlo intensivamente anche in Campania? Perché qui si chiacchiera spesso a vuoto di differenziata ma si continuano ad aprire megadiscariche, minacciando addirittura l’intervento dell’esercito, e a progettare megainceneritori?

qui un’intervista video a una responsabile del Centro Riciclo Vedelago ^

 

Annunci

4 Risposte to “INVECE DI DISCARICHE E INCENERITORI”

  1. Linus said

    ROMA, 12 GIU – No all’estensione dei contributi ‘Cip 6′ per la realizzazione di tre termovalorizzatori in Campania: e’ l’appello di Fabio Rampelli e Marco Marsilio, deputati del Pdl. I due parlamentari affermano in una nota che ”la commissione Ambiente della Camera ha fatto male ad accogliere l’emendamento del Pd che prevede l’estensione dei contributi Cip 6”, derivanti da una quota delle bollette della luce degli italiani, ”per la realizzazione dei termovalorizzatori di Salerno, Napoli e Santa Maria La Fossa”. ”Non dobbiamo perseverare nell’errore di utilizzare questi fondi destinati alle energie rinnovabili a favore dei termovalorizzatori – sottolineano i due parlamentari -. L’emendamento del Pd e’ inutile ai fini dell’emergenza rifiuti, la copertura finanziaria per la realizzazione di questi termovalorizzatori gia’ c’e’, e questa estensione del Cip 6 serve solo a garantire gli interessi delle societa’ che realizzeranno gli impianti per poi averne anche la gestione, creando una danno economico allo Stato”

    Ecco perchè lo Stato ha CREATO l’emergenza rifiuti.
    Incredibile che sia il PD (la ex “sinistra”) a proporre il finanziamento a Fiat-Impregilo, e qualcuno del PDL (la ex “destra”) ad opporsi.
    Siamo veramente una nazione vergognosa!!!

  2. The Boss said

    A me non sembra affatto incredibile. Le imprese dell’incenerimento finanziano allo stesso modo sia lo schieramento di centro destra che quello di centro sinistra. E d’altronde l’ex Ministro Bersani è uno dei più convinti sostenitori dell’incenerimento. Se poi consideriamo che l’estensione die CIP6 all’impianto di Acerra è stata reintrodotta dal Presidente del Consiglio Prodi, nonostante la contrarietà dell’Europa, non penso ci si possa meravigliare che il Pd proponga l’estensione del finanziamento a tutti gli inceneritori. E Fortini (presidente Federambiente e attuale amministratore delegato di ASIA) ha dichiarato alla trasmissione EXIT della D’Amico che se non ci fossero i contributi non sarebbe conveniente costruirli.

  3. antony said

    Il problema è uno solo: i politici tutti non vogliono risolvere a monte l’emergenza rifiuti perchè tutti mirano concretamente allo scopo finale e si intuisce facilmente.
    Adesso soprattutto i cittadini di Caserta, San Nicola, San Marco e Maddaloni devono scendere in piazza e pretendere che chi ha creato questa emergenza non solo paghi ma smaltisca legalmente tutte le ecoballe che giacciono sul territorio seminando morte lenta di tutti gli abitanti.
    La soluzione è una sola ridurre, riciclare riciclare ….
    Le discariche sono solo pozzi di veleno e gli inceneritori lo sono altrettanto.

  4. silvana said

    Sono una sudamericana ke ha scelto di vivere in campania: sinceramente tanti di voi italiani ci considerano -a noi sudamericani – paesi del 3° mondo ma quello che sto vivendo qui rispetto ai rifiuti è veramente VERGOGNOSO altro ke terzo mondo!!!! Andate a vedere su youtube (TITOLO VIDEO LIXO E RECICLAGEM) cosa si fa in BRASILE (smistamento riciclo) fabbriche ke danno LAVORO, RISPETTO PER L’AMBIENTE E IL GUADAGNO DEL RICICLO TORNA PER INVESTIRE NEL SOCIALE.
    AH AH AH, MI VIENE SOLO DA RIDERE per non piangere di come i politici nn hanno mai MAIIII avuto la vera volontà di risolvere il problema nessuno NESSUNO ha le palle di farlo sapete perché ???? Perchè per arrivare dove stanno SCENDONO a COMPROMESSI ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: