AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

LE CENERI DEL PD

Posted by ambienti su giugno 13, 2008

Nel nuovo decreto rifiuti un emendamento del Pd
da via libera ai fondi Cip 6 per tutti gli inceneritori campani.
De Petris (Verdi): “Fatto gravissimo, intervenga Realacci”.
Legambiente s’infuria. Polemica anche dal Pdl.

“Dopo l’inceneritore di Acerra, grazie ad un emendamento dell’esponente del Pd Iannuzzi approvato in commissione Ambiente, ora tutti i cittadini italiani con le loro bollette della luce pagheranno anche tutti gli altri impianti di Salerno, Napoli e Santa Maria La Fossa, che potranno avere i famosi incentivi Cip6”.
Lo denuncia Loredana De Petris dei Verdi, che aggiunge: “Quest’emendamento costituisce un fatto gravissimo perche’ in netto contrasto non solo con l’ultima legge Finanziaria che ridestinava, dopo una truffa durata 15 anni, gli incentivi Cip6 alle rinnovabili, ma anche perche’ contraddice espressamente la direttiva europea 2001/77/CE ed e’ ancora piu’ grave che sia stato proprio il Partito democratico a riproporre in commissione gli interessi della lobby degli inceneritori”.
Ancora una volta, osserva De Petris, “si sceglie una strada che in tempi di crisi energetica sottrae risorse preziose per far crescere le energie rinnovabili e, per di piu’, per l’emergenza rifiuti in Campania si indica come unica soluzione quella degli inceneritori” e “poco e nulla si destina alla raccolta differenziata ed all’impiantistica a essa dedicata”.

Non ci resta che sperare, conclude De Petris, che “il ministro dell’Ambiente ombra Realacci faccia rinsavire i suoi compagni di partito e che, a questo punto, l’emendamento sia bocciato in aula, per rispetto dei cittadini e di quella normativa europea che viene invocata ogni pie’ sospinto”. Per il presidente campano di Legambiente, Michele Buonomo l’emendamento di certo non rappresenta “la soluzione per l’ emergenza rifiuti in Campania ma l’ ennesimo freno allo sviluppo delle fonti rinnovabili nel Paese, ed un regalo alla lobby dell’incenerimento”.
Buonomo sottolinea come sia “grave la responsabilita’ del Pd campano”. “E’ assolutamente evidente la contraddizione di questo emendamento – aggiunge il presidente regionale di Legambiente- con le leggi comunitarie ed e’ anche un grave attacco allo sviluppo della raccolta differenziata, che non gode di un simile trattamento di favore, e al settore del recupero di materie prime e seconde”. Il partito democratico campano dovrebbe sapere , “piu’ di chiunque altro – continua Buonomo – quali sono le priorita’ e gli strumenti per superare veramente e definitivamente l’emergenza rifiuti per una Campania ambientalmente sostenibile”.
Attacchi all’emendamento anche dalla Pdl. “La commissione ambiente della Camera ha fatto male ad accogliere l’emendamento del Pd che prevede l’estensione dei contributi Cip 6 per la realizzazione dei termovalorizzatori di Salerno, Napoli e Santa Maria La Fossa”. E’ quanto dichiarano i deputati del Pdl Fabio Rampelli e Marco Marsilio, che sostengono che l’emendamento sia stato firmato anche da Realacci. “Non dobbiamo perseverare nell’errore di utilizzare questi fondi destinati alle energie rinnovabili a favore dei termovalorizzatori- sottolineano i due parlamentari- e’ una scelta sbagliata sotto tutti i punti di vista poiche’ in Italia non vi e’ sviluppo per l’eolico, il solare e il geotermico e siamo certi che la normativa comunitaria proibisca questa utilizzazione”.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: