AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for 18 giugno 2008

UN MINISTRO PER STARE FRESCHI

Posted by ambienti su giugno 18, 2008

Ieri il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha esposto le linee guida del proprio programma. Apprendiamo da una cronaca che secondo lei per uno sviluppo sostenibile ed eco-cosciente bisogna individuare “sussidi” per i comportamenti ambientali virtuosi ed “iniziare a spostare gradualmente la tassazione dai redditi dei cittadini alle condotte dannose per l’ambiente, nell’invarianza della pressione fiscale complessiva”. Bene, bene, fin qui si può essere d’accordo. E quando lei parla di “adozione di stili di vita capaci di risultare, a partire dalle scelte di ciascuno, più sostenibili” quasi ci commuoviamo a scoprire che questa giudiziosa signora ha capito quali disastri rischiamo se non ci diamo una calmata con la distruzione del’ambiente. Ma oddio, ci accorgiamo che sta rimescolando i concetti in modo strano: promette la svolta nucleare ^ e poi arriva a dire che l’ obiettivo “delle misure fiscali del governo sarà quello di valorizzare l’ambiente come bene economico” e “favorire lo sviluppo delle imprese che si specializzano nella difesa dell’ambiente” con la costruzione per esempio di “impianti di termovalorizzazione, di depurazione delle acque, la produzione di energia rinnovabile”. Proprio nel giorno in cui una nuova direttiva europea spiega che la valorizzazione energetica dei rifiuti non è da considerarsi una pratica ecologica ed è sempre preferibile il riciclo? ^ Ma che dice questo ministro? Saprà leggere? Lo saprà che siamo in Europa? E visto che la Prestigiacomo tra l’altro vorrebbe per l’Italia un innalzamento del limite di emissioni inquinanti regolate dal trattato di Kyoto, ci viene il dubbio che metterla lì sia stata una trovata berlusconiana per contrastare i calori dell’effetto serra: con lei chi vuol difendere l’ambiente “starà fresco”.

Posted in Report | 1 Comment »

AD ACQUAVIVA NON SOLO PUZZA

Posted by ambienti su giugno 18, 2008

Il quartiere Acquaviva di Caserta è tra i più tormentati dal disastro dei rifiuti. E’ quello della città più vicino all’area maledetta de Lo Uttaro, dove ci sono una discarica illegale che venne aperta col consenso del sindaco ed ora è per fortuna sotto sequestro, un’area dove B&B vorrebbero aprire un’altra discarica e svariate altre megaschifezze velenose. Non contento il sindaco Petteluttaro  ha allestito appena al confine di Acquaviva la puzzolente area di stoccaggio ex Ucar ^ che doveva durare fino a giugno ma resterà ancora lì, sempre più puzzolente e insopportabile con il crescere del caldo, a tempo indeterminato. Evidentemente l’amministrazione comunale continua a considerare questo quartiere una periferia degradata ed ulteriormente degradabile, benché si tratti di una zona residenziale in gran parte nuova, densamente abitata, in prevalenza da una quieta e laboriosa media e piccola borghesia che non ha fatto niente per meritare simili punizioni. Cittadini che contribuiscono regolarmente alle casse comunali variamente saccheggiate per iniziative quasi mai destinate al quartiere. Perciò ad Acquaviva ci si sente condannati non solo alla puzza dei rifiuti, e alle conseguenti minacce per la salute, ma – come registra l’articolo dell’Eco di Caserta a cui rinviamo – a numerose altre penitenze ambientali che non si sa se e quando avranno fine. Nonostante le tante promesse fatte da Petteluttaro in campagna elettorale ^.

Caserta, il rione Acquaviva alle prese con i soliti problemi. Ma non ne era previsto il rilancio?
.::ecodicaserta.it::. – Mercoledì 18 Giugno 2008
© .::ecodicaserta.it::.

E neanche a farlo apposta oggi anche interno18 interviene co un articolo sull’area ex Saint Gobain, al margine del quartiuere Acquaviva, che doveva diventare un paradiso e invece minaccia di essere risucchiata in in un lungo inferno ^

Area ex Saint Gobain, un paradiso al confine con l’inferno ^
interno18 –  Mercoledì 18 giuugno 2008

Posted in Report | 4 Comments »

NOI EUROPEI

Posted by ambienti su giugno 18, 2008

inserito nella sezione STAMPA ^:

Nuova direttiva Ue sui rifiuti: il riciclo è meglio degli inceneritori – Il Sole 24 Ore 17/06/2008
di Donata Marrazzo ^

Posted in Report | Leave a Comment »