AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

UN MINISTRO PER STARE FRESCHI

Posted by ambienti su giugno 18, 2008

Ieri il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha esposto le linee guida del proprio programma. Apprendiamo da una cronaca che secondo lei per uno sviluppo sostenibile ed eco-cosciente bisogna individuare “sussidi” per i comportamenti ambientali virtuosi ed “iniziare a spostare gradualmente la tassazione dai redditi dei cittadini alle condotte dannose per l’ambiente, nell’invarianza della pressione fiscale complessiva”. Bene, bene, fin qui si può essere d’accordo. E quando lei parla di “adozione di stili di vita capaci di risultare, a partire dalle scelte di ciascuno, più sostenibili” quasi ci commuoviamo a scoprire che questa giudiziosa signora ha capito quali disastri rischiamo se non ci diamo una calmata con la distruzione del’ambiente. Ma oddio, ci accorgiamo che sta rimescolando i concetti in modo strano: promette la svolta nucleare ^ e poi arriva a dire che l’ obiettivo “delle misure fiscali del governo sarà quello di valorizzare l’ambiente come bene economico” e “favorire lo sviluppo delle imprese che si specializzano nella difesa dell’ambiente” con la costruzione per esempio di “impianti di termovalorizzazione, di depurazione delle acque, la produzione di energia rinnovabile”. Proprio nel giorno in cui una nuova direttiva europea spiega che la valorizzazione energetica dei rifiuti non è da considerarsi una pratica ecologica ed è sempre preferibile il riciclo? ^ Ma che dice questo ministro? Saprà leggere? Lo saprà che siamo in Europa? E visto che la Prestigiacomo tra l’altro vorrebbe per l’Italia un innalzamento del limite di emissioni inquinanti regolate dal trattato di Kyoto, ci viene il dubbio che metterla lì sia stata una trovata berlusconiana per contrastare i calori dell’effetto serra: con lei chi vuol difendere l’ambiente “starà fresco”.

Annunci

Una Risposta to “UN MINISTRO PER STARE FRESCHI”

  1. Perla said

    E due, vedi 29 maggio: https://ambienti.wordpress.com/2008/05/29/il-dolore-che-ci-meritiamo/
    Ma questa signora, come troppi altri, o non sa di che parla o lo sa più che bene, cioè chissà cosa nasconde il suo soave sorriso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: