AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

MILLE TRAGICOMICI GUERRIERI

Posted by ambienti su giugno 21, 2008

di Pasquale Costagliola

Arrivano i mille per salvare la Campania, arruolati da Bertolaso. Sembra uno scenario già visto, un secolo e mezzo fa vennero a salvarci altri mille ed il risultato lo vediamo oggi. Come disse il barbuto di Treviri, ovvero Karl Marx, ogni tragedia quando viene rivissuta assume le tinte comiche. Margherita Boniver, la stessa che voleva usare i clandestini per la raccolta differenziata, si mette in gioco direttamente, questa volta senza deleghe ad extracomunitari, e s’arruola nella task force con altri personaggi improbabili protagonisti di un’impresa eroicomica.
Un’iniziativa che il commissario ha tirato fuori dal cilindro per portare un poco di propaganda in uno scenario emergenziale. All’ottusa politica del capo della protezione civile, venuto a sistemare l’emergenza campana con discariche onnicomprensive di ogni veleno, s’affianca il delirio mediatico per aggiungere una punta di demenzialità tutta italiota al brodo nauseabondo in cui cuociamo.
La Campania ha bisogno di risposte concrete, basate sulle strutture che possano fare uscire il territorio dalla crisi che lo attanaglia. Impianti per la selezione e la raccolta della differenziata, impianti di compostaggio per l’umido, sistemi di smaltimento per i rifiuti speciali. Da anni si prova a selezionare i rifiuti urbani ma inevitabilmente le aziende deputate alla raccolta mischiano il tutto per conferire esclusivamente in discarica.
Per gli scarti ospedalieri non c’è impianto attivo in Campania, ma soprattutto non c’è sorveglianza, e così troviamo i carichi radioattivi che vanno in Germania o che hanno contaminato inceneritori, come quello dell’Umbria, ma che giacciono soprattutto nelle nostre discariche.
I problemi reali non sembrano interessare a nessuno degli esponenti della nomenklatura impegnati a giocare con questa emergenza che sta dissanguando la regione. Vi è la evidente necessità di passare ad una fase operativa che faccia decollare la raccolta differenziata attraverso soggetti effettivi che transitino il materiale agli impianti di riciclaggio.
Se i comuni non riescono ad affidare il servizio, sarebbe opportuno favorire la crescita di libere cooperative che raccolgono gli scarti riciclabili, mentre dall’altro lato ogni sforzo deve essere indirizzato agli impianti di compostaggio e di smaltimento dei rifiuti speciali. È necessario che quanto a disposizione per iniziare il ciclo della trasformazione dei rifiuti venga utilizzato. I rifiuti ospedalieri, le pile e le batterie esauste, i farmaci scaduti, i pneumatici, i residui dell’attività edilizia non possono essere abbandonati come nulla.
Altro che i mille persuasori della Boniver e della Mussolini che fanno la figura delle ballerine sul fronte di guerra.

Annunci

Una Risposta to “MILLE TRAGICOMICI GUERRIERI”

  1. Lav said

    X Cafone
    Arriva dunque qualche nuova su “i Mille”: Si stanno preparando allo sbarco guidati da generali d’eccezione. E “i Trecento” giovani e forti psicologi forse ho capito che cosa devono fare: supportare e magari proprio curare tutti i figuri del commissariato, sottosegretari, ministri, politici, amministratori locali che ormai stanno dando i numeri e mostrano chiari segni di dissonanza cognitiva e di tendenza alla schizofrenia. Saranno, vedrai, destinati alle “alte sfere”, perciò vengono dal Nord, sono più “sicuri”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: