AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

DENUNCIA PER LO UTTARO 1 & 2

Posted by ambienti su giugno 23, 2008

Martedi 24 giugno verrà inoltrata una denuncia alla procura della Repubblica di Napoli contro la discarica a Lo Uttaro e contro l’utilizzo della cava Mastroianni per creare un’altra discarica che diventerebbe Lo Uttaro 2. Ne da notizia Giovanna Maietta, presidente del Comitato Cittadinicasertani che ha promosso la denuncia poi sottoscritta anche da cittadini di vari comitati per l’ambiente di Caserta, San Nicola La Strada, Maddaloni, San Marco Evangelista. La stesura e la presentazione della denuncia sono state affidate all’avvocato penalista Mario Mangazzo. Nelle 15 pagine del documento che illustra i fatti l’avvocato Mangazzo elenca gli impedimenti che assolutamente non consentono l’utilizzo della cava Mastroianni per lo sversamento di rifiuti. Tra questi l’inquinamento della falda di importanza strategica, gli eventi precedenti che hanno riguardato lo Uttaro, i numerosi sversamenti abusivi, l’attuale disastro alla cava già esistente ora ridotta a un mare di ribollente percolato, l’inidoneità del sito Mastroianni che per tipologia di materiale (tufo poroso friabile e terreno morbido). In questa situazione andare ad aprire una nuova discarica per lo sversamento 90.000 mc di rifiuti pericolosi (come consentito dal decreto n.90) significherebbe compromettere ulteriormente la salute dei cittadini e il territorio.
E’ stato intanto fissato per mercoledi 25 prossimo l’incontro di alcuni rappresentanti dei comitati per l’ambiente in territorio casertano con due rappresentanti dell’ente Provincia: il vicepresidente Mimmo Dell’Aquila e l’assessore all’ambiente Maria Carmela Caiola. Il presidente della Provincia Sandro De Franciscis nel corso dell’ultimo consiglio provinciale si è già espresso con una osservazioni sul decreto n. 90, lamentando la mancata concertazione del governo con le istituzioni locali disponibili a offrire alternative ai siti scelti e inseriti nel decreto. Le affermazioni di De Franciscis potrebbero essere finalmente segnali di un’intervento delle amministrazioni locali a difesa del territorio,  ma alle parole non sembrano ancora corrispondere iniziative concrete, né da parte della Provincia né da parte della giunta comunale e del sindaco Nicodemo Petteruti.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: