AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

IL TORMENTONE DELLA DIFFERENZIATA A CASERTA

Posted by ambienti su luglio 23, 2008

A Caserta “Differenziata barzelletta”: tutto fermo 12 giorni dopo la bocciatura di Ganapini
Il sindaco annunciò: start up tra 7 giorni. Nessun piano, nessun avviso alla cittadinanza: la Sa.ba se ne disinteressa

leggi tutto l’articolo su Casertacè ^

sul tema anche Le denunce del consigliere comunale Nello Spirito su Casertacè ^

Annunci

Una Risposta to “IL TORMENTONE DELLA DIFFERENZIATA A CASERTA”

  1. Liliana da Caserta said

    Girando per Caserta in questi giorni è possibile vedere nuove e vecchie scene: i container verdi (quelli dell’umido e indifferenziato) sono più o meno svuotati e ancora accessibili, ma quelli bianchi dei multimateriali sono stracolmi e assediati da ogni possibile schifezza. Qual è il nuovo mistero? Qualcuno svuota i verdi e qualcuno non svuota i bianchi? Altre belle cose si notano poi gironzolando e non riguardano solo i rifiuti, ma l’inciviltà e l’abbandono in cui versano Caserta e dintorni, senza qui voler affrontare i grandi problemi: qua e là, come d’abitudine, sacchetti di spazzatura e tutto il resto ammucchiato in piccole quantità. In via Acquaviva, angolo via Avellino, c’è la nuova orrenda “villetta” con giochi per bambini, dopo lunghi lavori è stata completata da mesi ma non è mai stata aperta -secondo me è inagibile – e solo le cancellate la salvano dall’essere vandalizzata e trasformata in discarica. Più avanti, in via Manzoni (lato San Nicola) si costruiscono palazzi per abitazioni sul terreno destinato – come dice il cartello – ad una scuola materna, qui, come altrove, vengono divelti e abbattuti alberi com fossero nemici pubblici. Cercate, in questa vie laterali e non solo, un marciapiede per salvarvi dall’indisciplina e dall’imperizia dei conduttori di veicoli, biciclette comprese. Se ci sono sono costruiti dai privati e larghezze minime e altezze variabili e fantasiose li rendono inpraticabili. Si cammina così, come greggi in un prato, esposti però ad ogni pericolo. Per ora mi fermo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: