AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for 20 ottobre 2008

CON LE CAVE NON RIPROVATECI

Posted by ambienti su ottobre 20, 2008

Caserta è anche assediata da cave e cementifici. Riguardo alle cave sembrava che si fosse giunti a una soluzione a favore dei cittadini, grazie a un piano che per Caserta prevede solo la ricomposizione ambientale e a una legge regionale che dovrebbe escluderla da ogni ulteriore proroga per le attività estrattive. Ma ora il passaggio della legge in consiglio regionale, mercoledì prossimo, potrebbe riservare sgradite sorprese per i casertani. Il comitato Parco Cerasola – Centurano è mobilitato e diffonde un comunicato.

di Giovanna Maietta
Presidente Comitato Parco Cerasola – Centurano

Mercoledì prossimo il consiglio regionale della Campania dovrebbe approvare il disegno di legge che proroga le attività estrattive per le cave. Si tratta di un provvedimento basato su un presunto annullamento del piano cave attualmente oggetto di un contenzioso legale tra la Regione e alcuni comuni. Il piano cave ha tentato di regolamentare un’attività estrattiva svolta in maniera selvaggia, ma soprattutto ha decretato l’area casertana interessata dalle cave come zona altamente critica imponendo la dismissione previa ricomposizione ambientale di tutte le cave che ricadono in quest’area.
Il disegno di legge era nato, nella versione predisposta dalla giunta regionale, come ancora di salvataggio per i cavaioli e qualche dirigente. Attraverso un iter travagliato nella quarta commissione consiliare è stato modificato escludendo dalle proroghe le aree zac e le aree di crisi, Caserta compresa. Ciò significa che i cavaioli che esercitano su Caserta possono solo fare ricomposizione ambientale, cosi come previsto dal PRAE (Piano Regionale Attività Estrattive) ma già derogato con decreti, direttive interne e piani di dismissioni trappola. Possiamo credere che il miracolo della quarta commissione si ripeterà nel consiglio regionale? Con un’azione trasversale per una volta si è riusciti a salvaguardare l’interesse pubblico, ma con altrettanto trasversalismo c’è il rischio che si tutelino gli interessi di parte.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Report | 1 Comment »