AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

RISULTATI ORGANICI

Posted by ambienti su novembre 11, 2008

Riprendiamo la notizia dal sito della Regione Campania

INAUGURATO UN IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO A MOLINARA
Ganapini, stop a turismo dell’umido in Calabria e Sicilia

NAPOLI, 11 NOV – L’assessore regionale all’Ambiente Walter Ganapini ha inaugurato oggi l’impianto di compostaggio di Molinara, in provincia di Benevento. La struttura potra’ lavorare 5000 t l’anno di rifiuti organici e una quota significativa di biomasse vegetali. Ganapini ha sottolineato che ‘grazie all’entrata in funzione degli impianti di compostaggio esistenti e dei nuovi 10 finanziati dalla Regione, potra’ cessare il costoso fenomeno del turismo di rifiuti dai nostri territori verso Sicilia e Calabria’.

Era ora. Possibile che dopo 2 anni di gestione dei rifiuti Bertolaso (prima e seconda fase) un simile evento debba essere considerato straordinario? Dove sono finiti gli impianti di compostaggio che possedeva il commissariato già da molti anni? Ma si sa che a Bertolaso piacciono più le discariche tossiche, tipo Lo Uttaro, che gli impianti di compostaggio utili a risolvere problemi senza fare danno e facendoci risparmiare. La parte organica dei rifiuti domestici che si può trattare in un impianto di compostaggio, dopo la raccolta differenziata, è di circa il 35 %. E si ottiene il compost che può essere utilizzato come ottimo fertilizzante naturale. 
A proposito del nostro sottosegretario, forse non tutti sanno che tra le molte onorificenze che ha accumulato c’è una laurea honoris causa in Sostenibilità Ambientale e Protezione Civile dall’Università di Ancona:
«Per i rilevanti meriti acquisiti nella sua esperienza di coordinamento dei progetti di emergenza e assistenza umanitaria e per la sua capacità di coordinare e dirigere con grande professionalità competenza e tempestività tutte le emergenze in Itala e all’estero, oltre che per il rilevante contributo allo sviluppo, nel nostro paese, della coscienza dell’importanza di problematiche riguardanti l’ambiente e la gestione delle grandi emergenze».
Ah a saperlo prima! Almeno ci saremmo consolati considerando che la Grande Puzza de Lo Uttaro che per mesi ci ha reso impossibile la vita, il mare di percolato, i rifiuti pericolosi sversati a due passi dalle case in un impianto fuori controllo, e che ancora ci assediano, erano non solo “a basso impatto ambientale” , come veniva propagandato, ma anche una forma di “assistenza umanitaria”.

Advertisements

3 Risposte to “RISULTATI ORGANICI”

  1. Pet said

    Speriamo che adesso non succeda quello che è successo per tutti gli impianti e le discariche, cioè si prende un posto e quello deve servire per i rifiuti di tutta la regione, perché Molinara è pur sempre un piccolo e tranquillo paesino del beneventano che non deve essere sacrificato perché tutti gli altri impianti non vengono costruiti!

  2. mymind said

    È impressionante la quantità di meriti che ha questo Guido Bertolaso. Ho dato un’occhiata alla pagina dedicata a lui in Wikipedia. Medaglie, lauree, attestati. È uno scienziato, un santo, un manager, uno stratega. E io che a guardarmi intorno in questa Campania, a due anni dal suo primo arrivo come commissario dell’emergenza, pensavo che fosse un burocrate borioso, arrogante e incompetente, arrivato fin dov’è arrivato a forza di intrighi. Che mi chiedevo perché di fronte ai cumuli di rifiuti non invocasse il rispetto delle norme che già c’erano per bloccare i folli e i delinquenti che disseminano di ogni mal di Dio città e campagne. Che mi preoccupavo di quel che sarebbe capitato in caso di altre e più incalzanti catastrofi nazionali con un personaggio simile al comando della protezione civile.
    Ma ora mi è chiaro: Lui è un essere superiore. Può curarsi di certe inezie come le leggi esistenti o, addirittura, i punti di vista dei comuni cittadini? Le leggi gli piace ignorarle e fabbricarsene a modo suo di nuove, com’è nello stile dei grandi uomini. Chi lo ferma più ora che si è trovato in sintonia con l’altro italico Uomo della Provvidenza che non oso nemmeno nominare (anche perché, considerando vari eventi, mi sembra che porti proprio scalogna).
    Scommetto che per Bertolaso l’incarico di sottosegretario è solo il primo passo in politica. Poi lo vedremo ministro, poi chissà. Se prima questo Paese non sarà del tutto affondato. L’uomo è ambizioso e sta provocando tanti sfaceli, nella povera Campania e nello stato di diritto, che poi per non pagarne le conseguenze dovrà arrivare sempre più in alto. In modo da essere al di sopra di ogni legge stabilità prima di quelle decise da lui. Sta imparando bene la lezione dal suo socio in monnezza.

  3. Banana's Republic said

    Vorrei aggiungere all’elenco delle innumerevoli doti, capacità e competenze del sottosegretario della munnezza, la segnalazione di quelle di eminente guardia notturna e inclito segugio. Lui stesso ci illustra le sue ardue imprese: “Giro di notte in incognito (sic) per vedere che cosa si sta facendo … sembra che le cose stiano migliorando notevolmente” ecc. … (letta sul Mattino di oggi: “I blitz notturni del sottosegretario”).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: