AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

CI MANCAVA IL NUCLEARE

Posted by ambienti su febbraio 25, 2009

Dove le metteranno le centrali nucleari programmate dal governo Berlusconi? Il territorio casertano sembra già candidato. Non solo perché qui già abbiamo una concentrazione elevatissima di danni e rischi da inquinamento, grazie alla gestione di rifiuti “legali” e illegali. Ma anche perché l’obsoleta tecnologia francese per le centrali che Berlusconi si è fatto rifilare da Sarkozy richiede molta acqua e il Garigliano è il più grande corso d’acqua italiano a sud del Tevere. Servirà a qualcosa ricordare che la vecchia centrale atomica del Garigliano aveva probemi gravi già dal momento della realizzazione, che per questo infine fu chiusa e che sarebbe previsto il definitivo smantellamento entro il 2019? Temiamo di no. Quando si fanno partire i treni  della follia contro l’ambiente, facilmente si concedono “deroghe” a ogni segnaletica delle leggi esistenti, della scienza e del buon senso.
C’è da osservare che i rischi provenienti da una centrale nucleare vanno ben al di là di un ambito provinciale e regionale. In caso di catastrofe tipo Cernobyl  l’Italia intera andrebbe ko. Ma certo chi è più vicino si becca anche gli effetti più concentrati dei piccoli e misteriosi incidenti che la burocrazia politica non ammette ma che per i territori interessati hanno effetti micidiali. Con formidabili effetti turistici: per i villeggianti della Baia Domizia, dove sfocia il Garigliano, si prospetta per i prossimi anni la possibiltà di un’abbronzatura davvero atomica.

leggi qui Quattro nuove centrali nucleari in Italia rientra in gioco anche l’area del Garigliano
sul Corriere del Mezzogiorno ^

leggi qui quali sono gli allarmanti precedenti per
La centrale del Garigliano ^

Advertisements

Una Risposta to “CI MANCAVA IL NUCLEARE”

  1. Furio said

    Sono sconvolto dalle notizie di questi giorni. Ci mancava il nucleare appunto. E i treni che ancora partono per la Germania. Chi ci pensava più, e dopo il 31 marzo dove la butteranno tutta quella robaccia i Salvatori della Patria B&B? E l’altra bellissima novità che gran parte dei rifiuti differenziati vengono utilizzati non per il riciclo, ma per essere bruciati nei vari inceneritori Cip6. Glieli selezioniamo pure … così se li trovano già scelti e spendono meno per avvelenarci meglio. E chissà quante altre cose avvengono avvolte nel mistero e note solo a chi può e gioca sprezzante con le nostre vite.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: