AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for 4 marzo 2009

PER L’AMBIENTE INTERVENGA IL PARLAMENTO

Posted by ambienti su marzo 4, 2009

Legislazione ambientale: delega illimitata al governo nel Ddl Manovra
“Emendamento pericoloso e illegittimo, la Camera lo fermi”

Molto critica Legambiente sulla delega illimitata al governo in materia di legislazione ambientale, contenuta in un emendamento introdotto nel collegato alla Finanziaria approvato oggi a Palazzo Madama.
“Il provvedimento che dà mano libera al governo per riscrivere la legislazione ambientale – dice Vittorio Cogliati Dezza, presidente dell’associazione ambientalista – è pericoloso perché proroga di un altro anno e mezzo il vuoto normativo in cui verte la legislazione ambientale in materia di rifiuti, inquinamento atmosferico, bonifica o tutela delle risorse idriche, settori la cui regolamentazione sarebbe, invece, di primaria importanza. Il nostro Paese ha urgente bisogno di una seria e concreta politica ambientale e la certezza normativa è il primo passo necessario”.
“Tutta da verificare inoltre – aggiunge Cogliati Dezza – la costituzionalità di questo intervento giunto decisamente fuori tempo massimo”.
Il governo è infatti delegato ad adottare “entro il 30 giugno 2010, uno o più decreti legislativi recanti disposizioni integrative e correttive dei decreti legislativi di cui all’articolo 1, della legge 15 dicembre 2004, n. 308”. Termini già scaduti ad aprile 2008.
Intanto Legambiente si appella alla Camera, chiedendo di votare contro un emendamento che, di fatto, elimina il dibattito parlamentare su questioni rilevanti come quelle ambientali.
L’ufficio stampa di Legambiente

Posted in Report | Leave a Comment »

CAMPANIAGHANISTAN

Posted by ambienti su marzo 4, 2009

L’esercito USA sempre più tende a considerare la Campania un territorio a rischio, nel quale sono da impiegare specialissime precauzioni per sopravvivere, e nascere, senza danni. Diversi studi epidemiologici della Marina militare statunitense evidenziano un anomalo aumento dei casi di asma e di malformazioni neonatali tra i personale in servizio in Campania. Ma nella zona non sono solo queste le minacce di attentati alla salute effettuati  con l’impiego di bombe ecologiche. I rischi appaiono particolarmente alti nelle province di Napoli e Caserta. La Us Navy è preoccupata … e noi anche.

Troppe malformazioni tra i neonati dei militari USA di Napoli

articolo di Antonino Mazzeo apparso su Agoravox Italia ^

Nuovo allarme tra i militari USA di stanza in Campania. Sono stati resi noti i risultati di uno studio scientifico sul numero di bambini malformati che sono nati tra il gennaio 2000 e il dicembre 2005, la cui madre è militare o sposa di un militare operante nelle installazioni dell’US Navy di Napoli. Ogni 100 nati, 3,13 sarebbero i portatori di malformazioni. “Si tratta di una percentuale maggiore del valore medio di 2,35 malformati ogni 100 bambini nati che è stato registrato in altre basi estere della US Navy, ma più basso del tasso generale di 3,6 di tutte le installazioni della Marina, come evidenziato dalla ricerca condotta dal Naval Health Research Center di San Diego”, si legge nel rapporto firmato dal dottor Timothy Halenkamp (specialista in medicina del lavoro e dell’ambiente presso il Comando della Marina Militare USA di Napoli), rivelato dal quotidiano delle forze armate statunitensi in Europa, Star and Stripes. Su 894 nascite registrate a Napoli, 28 sono stati casi di neonati con malformazioni; inoltre ci sono stati 35 parti prematuri.
“In generale, queste analisi non suggeriscono una crescita statistica significativa nel tasso delle malformazioni di bambini i cui primi tre mesi di gestazione sono avvenuti nell’area di Napoli, in comparazione con i bambini la cui gestazione è avvenuta in altre aree estere della US Navy”, continua il rapporto. Tutto sotto controllo, allora? Neanche a parlarne, dato che l’estensore dello studio spiega che per “una maggiore tranquillità, una sorveglianza addizionale continuerà nella regione in modo di poter valutare ulteriormente l’effetto di specifiche esposizioni potenzialmente influenzate dalla situazione relativa ai rifiuti così come all’aria e all’acqua”.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Report | 1 Comment »