AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

MARCIANISE/CASERTA. INCENDIO ALL’INTERPORTO

Posted by ambienti su maggio 13, 2009

il primo  annuncio in rete :

È un disastro ecologico di enormi proporzioni. Già ampiamente sollecitati in tempi non sospetti i vari dirigenti, perchè il luogo non era sorvegliato, non messo sotto controllo.
È lo stesso sito che prese fuoco una decina di anni fa. Nonostante la gravità del fatto, ancora non sono state allertate le forze necessarie per fronteggiare la situazione che continua ad essere gravissima: c’è una sola autobotte dei vigili del fuoco ed una sola pala meccanica che sta mettendo terra sul fuoco. Durante la notte sono stati utilizzati schiumogeni, ma evidentemente non erano idonei per il caso.
Come mi spiegava Salvatore Terziario, un responsabile della Protezione Civile di Marcianise, se si fossero utilizzati schiumogeni adatti, il fuoco poteva essere chiuso molto prima. Quindi, non ci sono gli uomini, non ci sono i mezzi, non ci sono le attrezzature e dunque siamo abbandonati a noi stessi, sembra che non facciamo parte dell’Italia, sembra di trovarci in un paese dell’Africa sperduto nel deserto.
Ti viene una rabbia perchè ti vedi impotente di fronte a tutto ciò e ti trovi (e questa è la rabbia maggiore) a combattere contro le istituzioni, i carabinieri e … le guardie giurate dell’Interporto che ci hanno minacciato cacciandoci via in malo modo, dicendo che quella è proprietà privata e che volevano sequestrarci le macchine fotografiche e le telecamere. Loro (Interporto) che hanno rubato le nostre terre e ne stanno facendo quello che vogliono.
Un altro sito che corre pericolo simile è la Vanetta che è stata abbandonata con le sue enormi vasche di acido. Sono state fatte denunce, ma chi tiene le CARTE ferme?
Perchè la Procura non procede a sequestrare i luoghi e a metterli in sicurezza? Di chi le colpe? Sicuramente non di un unico responsabile ma molti concorrono a … non fare nulla.
Saluti, Rosa

l’articolo sul Mattino on line ^

l’articolo su BuongiornoCampania.it ^

2 Risposte to “MARCIANISE/CASERTA. INCENDIO ALL’INTERPORTO”

  1. Tafazzi said

    Quello che spaventa, oltre al danno immenso arrecato da questo incendio, è l’assoluto silenzio di qualsiasi autorità competente, compresa la decantatissima protezione civile di Bertolaso. Ormai gli abitanti del casertano sono costretti a subire di tutto. E accettano tutto. Forse non sanno, forse non capiscono. Così quest’ennesima catastrofe continua (visto che le particelle più dannose resistono nell’aria per tre settimane) nell’indifferenza generale: la gente va per le strade tranquilla, i bambini nei passeggini e nei giardini, gli alimenti vengono esposti all’aperto … tutto come se niente fosse.

  2. Fedele said

    Ma che ci dobbiamo aspettare da questa gente -politici, autorità preposte e abitanti – se sono anni che viviamo a Caserta respirando fumi misteriosi e non, di cui tanto si è parlato anche in questo blog. Puzze velenose e fumi tossici, in aggiunta a quelli che sono i previsti inquinanti dell’ambiente urbano, costituiscono ormai l’aria che respiriamo e tutto sembra normale, ma non lo è per niente. Le associazioni ambientaliste stanno denunciando, è l’unica voce che ci è rimasta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: