AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for 15 Maggio 2009

STRALCI AL VELENO E PROCESSI FANTASMA

Posted by ambienti su Maggio 15, 2009

da Il Velino/Velino Campania ^
Napoli, 15 mag – Prende quota lo scontro in Procura a Napoli tra il capo Lepore e il suo aggiunto De Chiara sullo stralcio delle posizioni del capo della Protezione civile Bertolaso, del prefetto Pansa e dell’ex prefetto Catenacci dall’inchiesta sulla gestione dell’inchiesta sull’emergenza rifiuti. Ieri i pm hanno deciso di riunirsi in assemblea e si prevedono sviluppi dirompenti.
Intanto il processo a Bassolino per lo scandalo dei rifiuti rischia di diventare lo scandalo della giustizia italiana. Con la decisione di ammettere 536 testi (al processo di Norimberga ne furono appena 350) di fatto i reati sono stati “prescritti” e il processo è destinato a morire. Di fatto è già morto, un morto che cammina. Dopo tre anni di indagini, dal 2003 al 2006, un altro per il rinvio a giudizio, con ben tre gip e una decina di giudici avvicendatisi in quattro collegi giudicanti, con un ultimo cambio di collegio avvenuto alla vigilia del Natale 2008, il processo per la catastrofe ambientale che ci ha resi famosi nel mondo e ha prodotto ingentissimi danni materiali, morali e di immagine, qualche mese fa è finalmente “entrato nel vivo” e, con l’ammissione dei 536 testi, è subito morto. Per sentirli, infatti, occorreranno anni e anni e alla sentenza i reati risulteranno prescritti, forse anche prima dell’appello. A questo punto sarebbe più serio chiudere baracca e burattini e lasciar perdere. Si risparmierebbero soldi ed energie.
Una volta si diceva che la giustizia si applica ai nemici e si interpreta per gli amici. Nel nostro caso, per non correre neppure il minimo rischio, è stata abrogata. Legittimamente, s’intende, nel rispetto pieno delle leggi.
da ilvelino.it (Giulio Di Donato) 15 mag 2009

Posted in Report | Leave a Comment »

UNA FIRMA PER LE CAVE

Posted by ambienti su Maggio 15, 2009

cava-cementirDomani sabato 16 Maggio i comitati civici di Caserta e ditorni danno il via alla petizione di diecimila firme per la proposta di legge regionale “disposizioni urgenti per la chiusura di cave e cementifici nel territorio casertano”. L’appuntamento è a via Mazzini al circolo Nazionale di Piazza Dante, dalle 10 alle 13.
Saranno presenti alcuni consiglieri comunali e, alle 12, il promotore onorevole Angelo Polverino.
Per la raccolta di firme sono stati stampati 10 mila volantini e 500 manifesti che verranno distribuiti a Caserta e comuni limitrofi all’iniziativa hanno aderito anche il Codacons, l’Asppi e il Co.as.ca. Sono state predisposte tre sedi fisse riportate sul volantino. La regione ha stampato 500 moduli, ognuno dovrà contenere 36 sottoscrizioni che dovranno essere convalidate dai pubblici ufficiali. Per Caserta ci saranno alcuni consiglieri comunali per la convalida delle firme.
Stamattina la conferenza di servizi – Per la questione cave, stamattina, venerdì 15 maggio, nella sede del genio civile si è tenuta quarta riunione della conferenza di servizi per il progetto di ampliamento della cava Vittoria della Cementir srl.
Qui il resoconto di Giovanna Maietta , presidente del Comitato di quartiere di Parco Cerasola e Centurano e delegata da altri comitati e associazioni a partecipare alla conferenza ^.

Posted in Report | Leave a Comment »

S.O.S. AMERICA PER I RIFIUTI IN FIAMME

Posted by ambienti su Maggio 15, 2009

NEW  il testo completo della lettera inviata al Comando US Navy ^

usastampPer l’incendio alla diossina di Maddaloni
La gente si rivolge all’esercito americano

Non ancora domato l’incendio al deposito di pneumatici
Le associazioni: «Pericolo immane per la salute»

CASERTA – «Terra di fuochi». Il casertano è cambiato poco da quando Saviano ha scritto Gomorra. Tutti i decreti sicurezza di Maroni e Berlusconi non sono serviti a molto da queste parti. Sarà per questo che i cittadini sono andati oltre i militari di La Russa. Hanno chiesto l’intervento dell’esercito americano. Da diversi giorni una discarica di pneumatici sta bruciando.

leggi tutto l’articolo sul Corriere del Mezzogiorno on line ^

Posted in Report | Leave a Comment »