AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for 30 aprile 2010

UN BILANCIO TRA LUCI E OMBRE

Posted by ambienti su aprile 30, 2010

PER LA VISITA NELLA CAMPANIA DEI RIFIUTI
DELLA DELEGAZIONE EUROPEA PETIZIONI

Comunicato stampa
Coordinamento regionale Rifiuti della Campania ^ e Rete Campana Salute e Ambiente ^

Napoli, 30 aprile 2010 – Si è conclusa oggi la visita degli ispettori della Commissione Europea petizioni e si è conclusa con le stesse modalità che hanno caratterizzato questa tre giorni: la totale assenza di trasparenza. Infatti, la conferenza stampa, inizialmente annunciata come “democraticamente” aperta al pubblico, è stata annullata e solo la presenza dei giornalisti più caparbi e dei rappresentanti dei comitati in attesa all’ingresso Palazzo S.Lucia ha spinto la delegazione europea a rilasciare dichiarazioni sui risultati della visita. Una conferenza improvvisata nell’atrio del palazzo che, ancora una volta, ha tenuto fuori i cittadini.
La vista della Commissione Europea presenta a nostro avviso luci ed ombre.
Le autorità italiane, ed in primo luogo la struttura del Commissario ai Rifiuti ed alcuni dei parlamentari italiani, come temevamo, hanno fatto di tutto per “pilotare” l’itinerario di visite, tentando di impedire che durante la missione si percepisse in pieno lo scempio che ancora oggi violenta la nostra regione. Il ruolo assolto dai militari e lo schieramento delle forze dell’ordine in quasi tutti i siti delle discariche hanno fatto registrare il consueto, per noi, abuso verso gli amministratori locali e i cittadini, mostrando in maniera lampante come ai cittadini campani, a causa della brutale militarizzazione dei luoghi, imposta dalla Legge n.123 sulla gestione dell’emergenza rifiuti, sia negata la sovranità sui propri territori.
Di fronte a questa evidente assenza di trasparenza e democrazia, sin dal primo giorno, i parlamentari stranieri ed, in particolare il capo delegazione, la parlamentare olandese Judith Merkeis, non hanno potuto che censurare i fatti.
Nonostante questi miseri tentativi e nonostante l’opera di “pulizia” messa in atto nei giorni precedenti, sia a Chiaiano che a Terzigno, per “coprire” i misfatti e fornire una parvenza di ordine e di rispetto delle leggi europee, è emersa chiaramente, la devastante situazione che subiscono i territori campani. Gli stessi commissari, oggi hanno dovuto dichiarare di aver constatato la mancata applicazione del principio di gerarchia nello smaltimento rifiuti imposto dalle normative europee e di considerare inaccettabile la scelta di discariche come Cava Vitiello, nel cuore del parco del Vesuvio, o ancora Valle della Masseria, a Serre.
E’ stato, inoltre, affermato che le innumerevoli deroghe previste dai vari decreti legislativi in tema di smaltimento non sono più ammissibili nel momento in cui l’emergenza viene dichiarata conclusa.
Queste dichiarazioni pur dando ragione alle tante nostre denunce, non ci lasciano soddisfatti.
Ci auguravamo una presa di posizione più decisa. Ci lascia perplessi, infatti, l’altra parte delle dichiarazioni finali della Commissione fatte oggi alla presenza della stampa.
Leggi il seguito di questo post »

Posted in Report | Leave a Comment »