AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Archive for the ‘Redink’ Category

Redink

ARLECCHINO SERVITORE DI DUE PADRONI

Posted by ambienti su settembre 28, 2007

 

Ci hanno fatto sapere:

Il 29 saremo in piazza con i comitati ed i movimenti, con le nostre posizioni e le nostre proposte, che fin dall’inizio della vicenda abbiamo mantenuto con coraggio e coerenza, opponendoci anche fisicamente ai camion a Lo Uttaro ma cercando comunque di ottenere quanto più possibile nella trattativa. Adesso, di fronte al fallimento delle posizioni di rifiuto del dialogo con il movimento da parte di alcuni settori della maggioranza, che fondavano la loro sicumera sul protocollo d’intesa (con tutta evidenza non rispettato), e di fronte, dall’altro lato, alla mancata incidenza delle posizioni politiciste, che sull’onda del movimento pensavano alla determinazione di un crollo di consensi, che neanche c’è stato (almeno finora), la nostra posizione si conferma essere per il movimento reale la più utile.

Sinistra Democratica, Comunisti Italiani, Verdi e Rifondazione Comunista

Annunci

Posted in Arraffapopoli, Fumisterie, Redink, Report | Leave a Comment »

MA CHE DISDETTA!

Posted by ambienti su settembre 25, 2007

Il sindaco di Caserta Nicodemo Petteruti voleva presentare oggi in una conferenza stampa il programma della festosa Notte Bianca Casertana, organizzata per sabato 29 settembre. Quando il suo staff gli ha fatto capire che in una città assediata dalla Grande Puzza c’era il rischio di trasformare lo spot autocelebrativo in un autogoal c’è rimasto male e ha tentato di ripescare una delle prodezze della sua campagna elettorale: regalare profumate rose alle signore presenti all’incontro ^. Però alla fine qualcuno deve aver trovato il coraggio di dirglielo che, con questa puzza, delle rose sono rimaste solo le spine. Così la conferenza stampa è stata annullata d’urgenza “causa impegni imprevisti”

Posted in Arraffapopoli, Redink, Report | Leave a Comment »

NUOVE SQUADRE POLITICHE

Posted by ambienti su settembre 22, 2007

Nella foto il presidente della Margherita e vicepremier Francesco Rutelli e Sandro De Franciscis, presidente della Provincia di Caserta candidato alla segreteria campana del Pd. Rutelli è intervenuto a Caserta a una serata di propaganda per il nuovo Pd e ha dichiarato: “De Franciscis è molto più che uno degli amici di Rutelli, sono assai convinto nel sostenerlo, nel momento in cui ci sono più candidature in Campania, perché é una figura di grande capacità e qualità ed ha intorno a sé una squadra di prestigio. Credo che rappresenti quel volto nuovo della Campania per animare la nascita del Pd e restituire speranza”.

Sandro De Franciscis è firmatario del “Protocollo d’intesa” col quale è stata decisa a novembre scorso la riapertura della discarica a Lo Uttaro. Attualmente è anche subcommissario per l’emergenza rifiuti, con competenze per la provincia. Non risulta che finora abbia preso concrete iniziative per liberare la conurbazione casertana dall’emergenza puzza & veleni provocata dai rifiuti a Lo Uttaro. Anzi permette senza fiatare che Caserta venga per giunta utilizzata come megaimmondezzaio per creare in altre parti più “visibili” della regione, per esempio a Napoli, la momentanea illusione che il problema rifiuti sia stato risolto. Ora, dopo questo “servizio”, De Franciscis sta ricevendo un forte sostegno per la sua carriera politica nel nascente Pd.
Francesco Rutelli nei mesi scorsi, quando giornali e tv erano pieni di emergenza rifiuti in Campania, ha dichiarato in tv: “È impensabile che le discariche siano vicine alle case”. Dov’è il problema? Bisogna regalare un metro al nostro vicepremier? Così potrebbe forse anche regolare il senso della misura e quello del ridicolo nei suoi elogi per De Franciscis.

SONDAGGIO PER CASERTA E DINTORNI
A COSA VI FA PENSARE LA SIGLA Pd ?

1) A UN PANETTONE DISGUSTOSO ^
2) A UNA PUZZA DANNATA ^
3) AL PERCOLATO DILAGANTE ^

Potete lasciare le risposte in commento

Posted in Arraffapopoli, Redink, Report | 3 Comments »

POLITICI DIFETTOSI

Posted by ambienti su luglio 27, 2007

È strano che quando compriamo un macinacaffé o un rasoio elettrico abbiamo diritto a una garanzia di due anni in caso di prodotto difettoso, con riparazione, sostituzione o restituzione di quanto pagato (norme UE), e quando invece spendiamo il nostro voto per avere buoni amministratori e governanti non sia prevista alcuna forma di garanzia. Ce li dobbiamo tenere anche se rivelano evidenti difetti di fabbricazione, o di essere inadatti all’uso per cui ci sono stati forniti, o se si guastano in modo irreparabile.
Se esistesse una “garanzia per l’elettore”, il sindaco di Caserta Nicodemo Petteruti ^ – per esempio – in questi giorni verrebbe rimandato in fabbrica dalla maggior parte dei cittadini che lo ha votato. Difficile pensare che qualcuno abbia desiderato, dandogli il voto, queste micidiali notti estive ^, con la Grande Puzza ^ che ormai dall’area della discarica Lo Uttaro ^ si avventa su tutta la città. Basta farsi un giretto tra bar, negozi e barbiere per capire che tutti sono scontenti e che questo sindaco lo vorrebbero restituire. Peccato che non si sappia a chi e come. Chi lo ha fabbricato e lo ha offerto nel mercato politico come sindaco ci dovrebbe dare come minimo un Petteruti completamente revisionato, che non scateni tanta puzza. Per non parlare del resto. E invece ce lo dobbiamo tenere difettoso. Un “pacco” senza rimedio.
Quando un politico fa cilecca, o non rispetta quanto promesso in campagna elettorale, con danni che possono essere ben più gravi di quelli provocati dal guasto di un piccolo elettrodomestico, l’elettore dovrebbe avere diritto alla sua immediata riparazione senza spese, o alla sostituzione con un politico funzionante, o alla restituzione del voto. Se si trovasse il modo per attivare una simile garanzia, forse i nostri affari pubblici andrebbero un po’ meglio e alle elezioni troveremmo in lista meno “prodotti” di qualità scadente.

Posted in Redink, Report | 1 Comment »

L’AMICO CASERTANO

Posted by ambienti su luglio 1, 2007

I giornali hanno scritto che il presidente della Provincia di Caserta Sandro De Franciscis, nel corso del suo viaggio in USA con Francesco Rutelli ^, si è incontrato con Hillary Clinton e l’ha invitata a Caserta. Ma nessuno ha detto che cosa lei ha risposto. Noi lo abbiamo scoperto.

fracidusa2.jpg

 

Segui la pecora →

Posted in Fumisterie, Redink, Report | Leave a Comment »

DEMOCRATICI AL VOLO

Posted by ambienti su giugno 23, 2007

Secondo Il Mattino di oggi, a metà della settimana prossima il presidente della Provincia di Caserta Sandro De Franciscis volerà negli USA in compagnia del vicepremier Francesco Rutelli. L’invito a De Franciscis non è stato in via ufficiale ma amichevole. Il viaggio durerà alcuni giorni. Rutelli ha in programma alcuni incontri istituzionali e con esponenti del Partito democratico americano, in vista della nascita del Partito democratico italiano.
A quello che scrive Il Mattino noi siamo in grado di aggiungere che De Franciscis approfitterà del viaggio per rinsaldare i rapporti con la comunità italo-casertana d’oltreoceano a cui sottoporrà il programma dell’Uttaro Tour già promosso in questo blog (pecora link nella colonna qui a destra).
Non si sa che quantità di spazzatura è autorizzato a trasportare l’aereo del vicepremier. Qualche problema potrebbe nascere per i severi controlli della dogana USA sulle sostanze ad alto rischio inquinante. Non è chiaro se tra tali sostanze sono compresi i politici e i fondatori di nuovi partiti che molti cittadini tendono a giudicare inutili. Detti cittadini si basano sulla considerazione che se i politici italiani fossero capaci di governare meglio non sarebbero necessari questi tormentoni di riciclaggio per i rifiuti derivanti dalla dismissione di partiti avariati.

Posted in Redink | 3 Comments »

AGRIUTTARO TOP

Posted by ambienti su giugno 19, 2007

Sandro De Franciscis, presidente della ProvinciaIl nostro tour a lo Uttaro → ha subito ottenuto sulle guide il massimo punteggio: 5 bollini!
Mi piace condividere questo giudizio con tutti i casertani che hanno compreso fino in fondo lo spirito che ha spinto questa Amministrazione Provinciale e quella del Comune capoluogo a ricercare dialogo e confronto con i vari livelli dello Stato. È questa l’immagine che stiamo esportando. Significa che abbiamo intrapreso la direzione buona e che dobbiamo continuare su questa strada con la collaborazione di tutti.
Veramente non ho ancora del tutto chiaro quel che significano i bollini. Io finora sulle guide avevo visto stelle, pallini, forchette, cappelli da cuoco. Ma si vede che io sono così bravo che hanno pensato di usare un simbolo speciale.

Segui la pecora →

Posted in Redink | Leave a Comment »