AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

De Franciscis spiega le dimissioni

dal sito www.provincia.caserta.it che riproduce una notizia ANSA
con le dichiarazioni ufficiali di De Franciscis

“Scelta personale, ma lascio un Ente in ottimo stato”
Una decisione personale presa nella certezza di affrontare una esperienza “unica al mondo”: il presidente della Provincia di Caserta Sandro De Franciscis ha motivato così le dimissioni dalla dirigenza dell’Ente, formalizzate ieri, in vista dell’incarico di responsabile dell’ufficio medico del santuario di Lourdes. “E’ una decisione che ho assunto in assoluta libertà – ha detto – e che, sono consapevole, sfugge alle categorie della politica. E’ una decisione tutta personale rispetto alla proposta, alla novità che ha fatto irruzione nella mia vita: assumere l’incarico di medico permanente del bureau delle constatazioni mediche del Santuario di Lourdes”. Nella sala giunta dell’Ente, da lui guidato per 4 anni con il centrosinistra, De Franciscis ha citato anche chi lo ha sostenuto politicamente: “Una decisione personale della quale mi scuso con le elettrici e gli elettori che mi hanno conferito un successo elettorale di ampissimo livello e diretto al primo turno, e con tutti coloro che si candidarono in tutti gli angoli della provincia di Caserta”. “Ma a queste scuse – ha aggiunto – accompagno la dichiarazione di serenità rispetto alla enorme mole di lavoro amministrativo che lasciamo alle spalle. L’Ente é in ottimo stato di salute finanziaria: la scorsa settimana è stato approvato il bilancio di previsione, e sono sotto gli occhi di tutti le opere realizzate in tutti i settori”.
“C’é in me – ha detto ancora De Franciscis – la serenità di chi sa che lascia e difenderà nelle prossime settimane ed in tutte le sedi, il lavoro eccellente che ho potuto compiere con la mia squadra di assessori, con il Consiglio provinciale e la dirigenza dell’Ente Provincia”. “Nello stesso tempo – ha continuato – permane vivissima dentro di me la passione e l’attenzione politica al destino della mia terra della quale sono orgogliosamente figlio; al destino della mia Regione e al destino del mio Paese”. “Per cui credo che – ha concluso De Franciscis – mentre inizio un lavoro che è unico al mondo, nello stesso tempo posso dire con serenità che proprio perché la scelta è personale come cattolico, credente e medico, è una scelta che sottolinea la vivezza con quale continuerò a seguire la vicenda politica della mia terra e del mio Paese”. Il presidente della Provincia, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha escluso che i venti giorni previsti dalla legge per ritirare o ratificare le dimissioni possano farlo recedere dalle sue dimissioni: “Mi limiterò a svolgere gli atti di normale gestione”.

De Franciscis se ne va
Travolto dai rifiuti ^

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: