AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

MAGGIORANZA SOLIDALE COL SINDACO, NON CON I CITTADINI

Comunicato stampa del Comune di Caserta del 22/02/2008

Solidarietà dei capigruppo dei partiti di maggioranza al Sindaco

Testo I capigruppo dei partiti di maggioranza, in relazione alla faziosa manifestazione perpetrata – alcune sere orsono – ai danni del Sindaco della Città, per di più in prossimità della propria abitazione, nell’evidenziare ancora una volta che con la triste vicenda dei rifiuti nessuna negligente responsabilità può essere ascritta all’azione dell’attuale amministrazione di governo cittadino , né, tantomeno, può essere ritenuto l’Ing. Petteruti responsabile di uno stato emergenziale che trova le sue cause remote e prossime nell’incompetenza altrui; Considerato che sono state intraprese da questa Amministrazione Comunale azioni importanti che vanno nel senso della risoluzione del problema 1) l’avvio della raccolta differenziata ; 2) la pubblicazione del bando per i servizi di igiene urbana che prevede l’introduzione del sistema ” porta a porta”; 3) l’individuazione, con relativo finanziamento, di ben due isole ecologiche. Consapevoli che l’impegno dell’Amministrazione deve continuare con costanza ed assiduità per raggiungere obiettivi sempre più confacenti al vivere civile e tesi verso una gestione virtuosa del ciclo dei rifiuti.
ESPRIMONO
sincera e profonda solidarietà umana e politica al Sindaco, censurando il comportamento di chi ritiene che la protesta debba sfociare in atteggiamenti di inciviltà.

nota di ambienti del 23/02/2008: La manifestazione “perpetrata” a cui si riferisce il comunicato sarebbe quella avvenuta la sera di mercoledì 20 febbraio in cui una colonna di cittadini ha depositato candele sotto casa del sindaco Nicodemo Petteruti. Secondo indiscrezioni il sindaco si sarebbe proprio incazzato. Sapesse qanto siamo incazzati noi da un anno a questa parte per la sua gestione dei rifiuti in questa città, prima con la puzza velenosa della “bomba chimica” che è Lo Uttaro – che lui aveva acconsentito a riaprire pur avendo disponibile un’ampia documentazione sull’estrema gravità di quella situazione – ora con gli scaricabarile tra Comune, Commissariato e SACE (la società che gestisce la raccolta dei rifiuti). Da notare che poi giovedì sera, durante il programma tv Anno Zero ^ , il presidente della Commissione parlamentare sui rifiuti Roberto Barbieri  ha detto autorevolmente – ora che in Commissione hanno decifrato l’imbroglio della cosiddetta emergenza – che tutti gli amministratori campani della monnezza dovrebbero tornarsene a casa.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: