AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

Bonifica, accordo di programma tra Governo e Regione Campania

Stanziati 526 milioni di euro

Comunicato della Regione Campania 18/07/2008

E’ stato firmato oggi in Prefettura l’Accordo di Programma per gli interventi di compensazione ambientale nei comuni della Campania sul cui territorio sono stati individuati impianti di trattamento dei rifiuti, o dove esistono impianti dismessi.
Le risorse stanziate per l’attuazione dell’Accordo di Programma sono pari a 526 milioni di euro, di cui 263 a carico del Ministero dell’Ambiente e 263 a carico della Regione. Ulteriori risorse aggiuntive saranno individuate su quelle stanziate dalla Politica di Coesione 2007/2013.
L’Accordo è stato firmato, alla presenza del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, dal Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, dal presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, dal sottosegretariato di Stato presso la Presidenza del Consiglio Guido Bertolaso e dal Commissario delegato alle Bonifiche Massimo Menegozzo.
Queste le iniziative che verranno realizzate:
rimozione degli abbandoni incontrollati di rifiuti;
messa in sicurezza e bonifica delle vecchie discariche;
bonifica di siti inquinati;
potenziamento delle strutture relative al ciclo delle acque reflue;
riqualificazione ambientale.
Sono 37 i comuni interessati a vario titolo alle misure compensative e agli interventi di risanamento ambientale.
In dettaglio, si interverrà nelle aree sedi:
delle 10 discariche individuate (Savignano Irpino, Andretta, Serre, Terzigno, Napoli, Caserta, Santa Maria La Fossa, Sant’Arcangelo Trimonte);
dei 4 impianti di termovalorizzazione (Salerno, Acerra, Napoli, Santa Maria La Fossa);
dei 16 siti per lo stoccaggio provvisorio delle ecoballe (Eboli, Giugliano in Campania, Acerra, Caivano, Marigliano, Santa Maria La Fossa, Capua, Marcianise, Villa Literno, Fragneto Manforte e Casalduni);
dei 7 siti di impianti per la produzione di CDR (Avellino, Battipaglia, Tufino, Giugliano in Campania, Caivano, Santa Maria Capua Vetere, Casalduni).
Infine, sono previsti interventi nei 14 comuni alle prese con particolari situazioni di criticità ambientale, perché limitrofi ai siti interessati dalla realizzazione degli impianti o con impianti dimessi per la gestione dei rifiuti (Ariano Irpino, Paduli, Buonalbergo, Pozzuoli, Qualiano, Villaricca, Mugnano, Marano, Montecorvino Pugliano, Giffoni Valle Piana, Campagna, Postiglione, San Tammaro, Castelvolturno).

E’ stato altresì deciso di realizzare un intervento strategico di risanamento del sistema dei Regi Lagni, che verrà attuato dal Commissariato alle Bonifiche, con priorità per la rimozione degli abbandoni incontrollati di rifiuti.
Entro il 30 settembre prossimo, il Ministero dell’Ambiente, la Regione Campania e il Commissario delegato sottoscriveranno con ciascun comune un accordo operativo nel quale verranno dettagliati i singoli interventi, lo stato della progettazione e il fabbisogno finanziario, anche sulla base delle priorità individuate nell’Accordo di Programma e delle ulteriori esigenze segnalate dai singoli comuni.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: