AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

IL PIANO DEI CASSONI

Il Mattino – 12/12/2007
NUOVO PIANO VARATO DAL COMUNE PER RIDURRE LE PERCENTUALI DI SMALTIMENTO
In città trenta postazioni per la differenziata
I cassoni verrano svuotati ogni tre giorni dal personale Sace
di Daniela Volpecina

Raccolta differenziata, il Comune mette a punto i dettagli. Nella riunione congiunta che ha coinvolto ieri sera i settori ambiente, patrimonio, qualità di vita, igiene pubblica e comunicazione, gli assessori hanno dato il via libera alla bozza progettuale che prevede la collocazione in città di ben 60 cassoni (trenta per l’umido e trenta per il secco riciclabile) da venti metri quadrati da collocare in trenta postazioni. Le aree – individuate in funzione delle esigenze dei cittadini e vincolate all’esistenza di un parcheggio per consentire agli automobilisti di gettare i sacchetti nei diversi contenitori in tutta sicurezza – dovrebbero essere, salvo modifiche dell’ultima ora, piazza Matteotti, via Giardini reali, via G.M. Bosco, Largo De Renzis, via Falcone, via Borsellino, via Nazionale Sannitica, piazza Vetrano, viale Lincoln II tratto, piazza Delle Betulle, via dei Vecchi pini, strada statale per Maddaloni, via Galatina, via Ruggiero, area cimitero, viale Medaglie d’oro, via Unità italiana, viale Ellittico, galoppatoi di viale Carlo III, area Saint Gobain, viale delle Industrie, piazza Pitesti, via Pasteur, via Graefer, piazza Cavour, via Fantom, via Madonna del Carmine, piazza Malatesta, via Feudo San Martino, centro direzionale di San Benedetto e area mercatale di via Ruta. Del controllo dei cassoni (che saranno svuotati ogni tre giorni) si occuperanno i lavoratori della Sace (la società che in regime di proroga continuerà a svolgere la raccolta fino al nuovo affidamento di gara) in sinergia con i dipendenti del Comune e la Protezione civile. Ottanta persone in tutto da distribuire su due turni nelle diverse postazioni. A tenere banco ieri anche la necessità di avviare sul territorio un’intensa campagna informativa per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della differenziata che dovrebbe consentire all’Ente di risparmiare circa 200mila euro al mese. «Merito del mancato conferimento dei rifiuti al sito di trasferenza – fa notare il dirigente Carmine Sorbo – un dato fondamentale che ci consentirà di rivisitare al ribasso anche l’accordo con la Sace che di fatto non dovrà più ricorrere all’impiego dei mezzi». Mentre il secco indifferenziato verrà trasportato direttamente alla filiera del Conai per il riciclo che consentirà al Comune di incassare fino a 100mila euro all’anno (rispetto agli odierni 25mila), i cassoni per l’umido verranno caricati su autocarri e trasportati direttamente al Cdr. Novità sono emerse ieri anche dalla seduta di giunta che ha deliberato tra l’altro di estendere l’obbligo di pagamento della sosta anche la domenica. Ma solo per il periodo natalizio per scongiurare il proliferare dei parcheggiatori abusivi. Il grattino nei giorni festivi costerà cinquanta centesimi all’ora. All’attenzione dell’esecutivo ieri anche il progetto definito per la riqualificazione del canile municipale ed un contributo di mille euro all’associazione «I giullari» di Casertavecchia per le manifestazioni natalizie.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: