AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

S.O.S. AMERICA – La lettera

vai al post S.O.S. AMERICA PER I RIFIUTI IN FIAMME ^

La lettera è stata elaborata da un gruppo di cittadini del Comitato Abitanti Attivi di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). E’ stata inviata con le firme anche di altri cittadini della provincia, raccolte con il sostegno di varie associazioni per l’ambiente. Si è deciso di inviarla perché a 48 ore dall’inizio dell’incendio autorità ed organi preposti italiani non sono stati in grado di inviare i mezzi per spegnerlo, come sabbia e pale meccaniche.

Al Comandante Base US Navy Capodichino
c/o base di Gricignano fax 081 8114003
(fax 081 5685593)

Per conoscenza:

 Presidente della Repubblica
fax 06/46993125

Presidente del Consiglio dei ministri
fax06/67793543

Ministro della Difesa
fax 06/486721

Direttore del dipartimento della protezione civile
fax 06/897723-68202404
(infosito@protezionecivile.it)

Ministro degli interni
fax 06/46549549

Presidente regione Campania
fax 081/7962905
(staff@regione.campania.it)

Commissario provincia Caserta
fax 0823/2478309

Agli organi di stampa

Alle Associazioni Ambientaliste 

Il 12 Maggio 2009 Marcianise e comuni limitrofi sono stati avvolti da una la lunga nube di fumo nero sprigionatasi da un incendio di centinaia di migliaia di pneumatici, ammassati in una vasta area dell’Interporto Sud Europa, tra Marcianise e Maddaloni, nel casertano. Per gli investigatori si tratta di fiamme di natura dolosa. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Caserta e personale dell’Arpac. Successivamente, vista la vastità dell’incendio, sono sopraggiunti rinforzi dei Vigili del Fuoco dai Comandi di Napoli e Benevento. Nonostante questi interventi il fuoco continua ad ardere e la nube tossica continua ad incrementarsi inquinando l’ambiente per molti chilometri, creando apprensione e paura nella cittadinanza.

E’ un disastro ecologico di enormi proporzioni.
Nonostante la gravità del fatto ancora non sono state allertate le forze necessarie per fronteggiare la situazione che continua ad essere gravissima.

Infatti come affermano i Medici dell’ Associazione dei Medici per l’Ambiente Sezione Provinciale di Caserta con l’incendio di pneumatici oltre a sostanze pericolose tipiche di ogni incendio (es Diossine) vengono liberati nell’ aria Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) tra cui il Benzopirene, cancerogeno per l’uomo.

I sottoscritti cittadini e associazioni di Caserta e provincia

chiedono

al comandante delle forze armate della US Navy di Napoli un tempestivo intervento per debellare l’incendio con tutti i mezzi a sua disposizione.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: