AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

WALTER GANAPINI in breve

Walter Ganapini è assessore all’Ambiente della Regione Campania dal 12 febbraio scorso. Bassolino, sentendo arrivare il ciclone, per lui e per poveri tutti noi, ha pensato, finalmente, di nominare una persona di indiscussa competenza che per giunta avrebbe potuto togliergli qualche castagna dal fuoco con gli ambientalisti, visto che Ganapini era presidente di Greenpeace Italia (si è dimesso non appena nominato assessore). Ganapini per ora è sul campo l’unico tecnico davvero qualificato: ha risolto a Milano un problema dei rifiuti che si avviava a diventare drammatico come quello campano, tra la fine del 1995 e l’inizio del 1996.
Ganapini h
a 57 anni, è di Reggio Emilia, è stato presidente dell’Agenzia Nazionale per la Protezione dell’Ambiente. Laureato in chimica, ha insegnato nelle Università di Venezia, Udine e Milano ed è membro onorario del Comitato Scientifico dell’Agenzia Europea dell’Ambiente. Esponente di spicco dell’ambientalismo, è autore di diversi libri in materia: tra cui Ambiente made in Italy.
Nominare assessore Ganapini è stata una scelta probabilmente opportunistica da parte di Bassolino e Ganapini ha ricevuto qualche critica per aver accettato. Però ora l’assessore ha dimostrato di sapersi destreggiare con intelligenza e coraggio, con l’obiettivo di risolvere davvero il problema rifiuti evitando di avvelenare masse di cittadini campani. Con il commissario De Gennaro sembrava che fosse riuscito a intendersi. Sarà più complicato l’accordo con Bertolaso e con Berlusconi, entrambi incompetenti e saccenti in materia, che a quanto si capisce dal decreto mirano a usare la questione rifiuti per perseguire anche loro obiettivi personali, di dimostrazione e di accrescimento del loro potere, senza tenere in considerazione la vita dei cittadini campani, ora e nel futuro ^.

vedi anche RIFIUTI, LA RICETTA DI GANAPINI PER LA CAMPANIA ^

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: