AMBIENTI

Blog di Resistenza Ambientale

LA TARIFFA CHE ARRAFFA

Posted by ambienti su luglio 5, 2007

Caserta è in cima alla classifica nazionale per il costo della TARSU, la tassa sui rifiuti solidi urbani. Ecco perché la monnezza ce la lasciano sotto casa o la accumulano puzzolente lì a pochi passi in luoghi infami come l’area lo Uttaro. È un promemoria perché i cittadini ricordino che devono solo subire e perché gli amministratori sappiano con quale ricatto intervenire per provare a colmare i paurosi deficit di bilancio derivanti dalla loro incapacità di ben amministrare.
Il calcolo della tabella qua sotto è per 100mq, a Caserta la taglia d’abitazione per una famiglia media. L’istruttiva ricerca nazionale sui prezzi per la TARSU l’ha elaborata l’associazione Cittadinanza Attiva ^ e si può scaricare integralmente dalla nostra sezione TESTI ^

tarsuce06.jpg

Da notare che siamo in testa a ogni città campana, persino sopra il capoluogo regionale. Significa che paghiamo di più anche per le finte ecoballe di cui nessuno sa ancora bene cosa fare. Per giunta oggi, dalle pagine del Mattino Caserta, il dirigente del settore ecologia del Comune, Antonio De Crescenzo, ci fa sapere che molto probabilmente ci saranno altri aumenti. Perché la Finanziaria 2007 prevede la copertura dell’intero costo da parte dei comuni e perché non è partita la differenziata, che ci farebbe risparmiare qualcosa sui circa 4 milioni di euro all’anno versati anualmente all’impianto per CDR di Santa Maria Capua Vetere. Dal quale otteniamo in cambio monnezza appena un po’ setacciata e frullata con cui veniamo avvelenati da Lo Uttaro.
Lo stesso dirigente De Crescenzo ci ricorda che per aver accettato la riapertura della discarica lo Uttaro il Comune ha risparmiato quasi un milione, però rischiamo di rimetterci – non dice quanto – perché per la differenziata e il compostaggio, che potrebbero fare ottenere consistenti sconti per il conferimento all’impianto CDR, stiamo a zero. Purtroppo per mettere a regime un ciclo di compostaggio ci vuole almeno un anno.

TARSU 2 >                    TARSU 3 > 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: